Serie A, top e flop della seconda giornata: Zielinski e Benassi sugli scudi, Handanovic e Seculin disastrosi

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Piotr Zielinski – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

La seconda giornata di Serie A giocata nel weekend ha confermato la forza di Juventus e Napoli uniche a punteggio pieno con la sorprendente Spal di mister Semplici, deludono ancora Lazio (ma con un calendario proibitivo), Chievo e soprattutto Inter capace nelle prime due giornate di racimolare un solo punto contro Sassuolo e Torino. Andiamo a vedere i top e i flop di questo secondo weekend di campionato.

TOP

Sicuramente il miglior giocatore di giornata è il centrocampista del Napoli Piotr Zielinski, autentico faro del centrocampo con una partita di ottima fattura anche i fase di copertura. Con la sua doppietta ha raddrizzato una partita che sembrava chiusa e poi addirittura vinta grazie a Dries Mertens. Il suo tecnico Ancelotti non più fare a meno di lui.

Leggi anche:  Dove vedere Atalanta-Juventus: streaming e diretta tv Serie A

A pari merito con il centrocampista partenopeo è stato il viola Marco Benassi che ha sfornato una prestazione sublime con due gol da autentico bomber, dimostrando grandi tempi d’inserimento e stando sempre nel vivo delle azioni. In continua crescita.

Il terzo miglior giocatore di giornata è Manuel Lazzari della Spal: l’esterno estense sfodera una partita maiuscola, correndo e lottando su ogni pallone; suo è lo splendido assist che permette a Mirko Antenucci di segnare un eurogol che decide il derby emiliano contro il Parma.

FLOP:

Nella serata negativa del Franchi di Firenze, il portiere clivense Andrea Seculin ci ha messo molto del suo; alcuni goffi interventi hanno spianato la strada alla Fiorentina; sempre incerto, non ha dato sicurezza al reparto difensivo che ha sentito la mancanza del suo baluardo Stefano Sorrentino.

Leggi anche:  Quel giallo che pesa come un macigno: Romero contro la sua ex Juventus non ci sarà domenica

Il suo collega di reparto, l’interista Samir Handanovic ha sulla coscienza entrambi i gol granata che hanno permesso al Torino di rimontare le due reti di svantaggio. Sulla prima segnatura, quella di Belotti, esce a vuoto senza motivo (D’Ambrosio di certo non l’ha aiutato con una marcatura troppo morbida) e sul secondo si tuffa in notevole ritardo facendo segnare il francese Meitè. Partita da dimenticare.

Ultimo top che menzioniamo è il centrocampista argentino del Milan Lucas Biglia; partita totalmente da dimenticare: lento nella costruzione di gioco, sbaglia diversi passaggi e perde parecchi palloni come quello decisivo che rimette in corsa il Napoli per il gol del momentaneo 1-2 che ha dato corpo alla rimonta partenopea. Mister Gennaro Gattuso lo toglie per disperazione.

  •   
  •  
  •  
  •