Inter, Candreva e le ambizioni nerazzurre: “Non siamo l’anti-Juve ma vogliamo fare un campionato importante”

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Antonio Candreva – Foto Getty Images© per SuperNews

I nerazzurri sembrano aver superato l’avvio stentato di stagione. Dopo la sconfitta interna subita ad opera del Parma, una scossa ha coinvolto la banda di Luciano Spalletti, la quale ferita nell’orgoglio ha sfoderato una serie di prestazioni in cui determinazione e personalità ne hanno fatto da padroni. L’Inter è reduce da tre vittorie consecutive: dopo il successo, in extremis, ottenuto in Champions al cospetto del Tottenham, Icardi e compagni hanno superato, sul gong, la Sampdoria, per poi avere la meglio sulla Fiorentina, a margine di una gara tutt’altro che agevole.

A seguito di questi risultati confortanti, la Beneamata occupa il sesto posto in classica, con 10 punti all’attivo, e domani sera proverà ad allungare ulteriormente questa striscia positiva, mettendo nel mirino l’intera posta in palio al cospetto del Cagliari guidato da Rolando Maran. Attorno al pineta nerazzurra circola entusiasmo e positività, frutto di una reazione coinvolgente, evidenziata nelle ultime gare disputate. Alcuni parlano di Inter come maggiore accreditata nelle vesti di anti-Juve, inserendola, a pieno titolo, nella lotta per lo scudetto. A spegnere, però, i facili entusiasmi ci ha pensato Antonio Candreva, il quale ha rilasciato un’intervista su Sport Mediaset.

Parlando proprio del ruolo dei nerazzurri, nelle vesti antagonisti dei campioni d’Italia in carica bianconeri, l’esterno romano ha risposto così:” Le pressioni chi fa questo lavoro è abituato a riceverle sia in positivo che in negativo. Noi all’interno di Appiano non abbiamo mai detto che siamo l’anti-Juve ma sappiamo che l’Inter deve vincere perché è abituata a vincere. Vogliamo fare un campionato importante, ma quest’anno c’è anche la Champions League, dobbiamo arrivare il più in alto possibile su tutti i fronti“. Un Candreva, quindi, consapevole della forza dei nerazzurri ma che evita di compiere voli pindarici con la fantasia.

Leggi anche:  Juventus Genoa 3-1 (Video Gol): la Vecchia Signora non si ferma più, bianconeri terzi

Sino ad ora il suo rendimento in campionato è alquanto soddisfacente: quattro presenze, di cui tre da titolare, ed un gol realizzato, nella trasferta di Bologna, alla terza giornata, interrompendo un digiuno personale che persisteva dall’aprile del 2017. Anche in Champions ha collezionato un’apparizione, subentrando al 64′ al posto di Perisic, nella sfida vinta all’ultimo respiro contro gli Spurs. Ora testa sotto ai prossimi impegni, con Cagliari, Psv Eindhoven e Spal all’orizzonte. Gli uomini di Spalletti mantengono il profilo basso ma mirare a creare ostacoli alla corazzata bianconera è molto più di una semplice suggestione.

  •   
  •  
  •  
  •