Torino-Napoli: Ancelotti a caccia di risposte contro l’ex Mazzarri. Le probabili formazioni

Pubblicato il autore: Giacomo Luigi Uccheddu Segui
TURIN, ITALY - JANUARY 06: Torino FC head coach Walter Mazzari looks on during the serie A match between Torino FC and Bologna FC at Stadio Olimpico di Torino on January 6, 2018 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Il lunch match domenicale della quinta giornata di campionato in Serie A propone una sfida ricca di fascino tra il Torino e il Napoli allo Stadio Olimpico. La formazione di Mazzarri, ex della gara, è in serie positiva da tre turni mentre quella di Ancelotti da due. Nè in casa granata però nè in quella azzurra si è pienamente soddisfatti per quello che si sarebbe potuto fare in questo avvio di stagione e che non si è fatto. Il Torino recrimina, causa anche qualche scelta arbitrale, meno punti in classifica. Il Napoli là davanti stenta parecchio.

I precedenti: Torino avanti

La sfida di domani nel capoluogo piemontese sarà la 70a tra le due squadre. Ventisette le affermazioni granata di cui l’ultima nel 2015 con gol segnato da Glik, ventiquattro i pareggi ma l’ultimo risale al 95 quando le squadre terminarono senza gol, infine diciotto i successi campani che nelle ultime due sfide hanno segnato otto gol subendone solo uno. In quattro occasioni il match si è giocato in Settembre: lo score dice due vittorie locali, un pareggio e un successo del Napoli datato 1953; l’ultima volta, nel 91, fu 0-0.

Gli ex: Mazzarri il più atteso

E’ Mazzarri l’ex più atteso per il match di domani. Il toscano nella sua permanenza in azzurro dal 2009 al 2013 è riuscito a riportare il club agli Ottavi di Champions, prima di lui solo Bigon vi era riuscito, ha anche riportato un trofeo che al Napoli mancava dal 1991. Altri ex tra i granata sono il portiere Rosati, due stagioni per lui in Campania, e il difensore Izzo cresciuto con gli azzurri. In casa Napoli due gli ex, oltre a Verdi che in granata non ha lasciato tracce, anche Maskimovic che ha vestito la maglia dei piemontesi per tre stagioni.

Probabili formazioni

Qui Torino – Mazzarri ha parlato questo pomeriggio oltre che facendo i complimenti alla squadra avversaria per il gioco espresso e affermando che contro la Stella Rossa avrebbe meritato di più, anche inevitabilmente soffermandosi sulle scelte di formazione: “Falque non riesce a recuperare, per Soriano vediamo, Zaza non è al top; Aina e Meitè sono due ragazzi giovani che ci stanno dando una mano, sono in gamba ma non devono montarsi la testa; farò turn over? domani vediamo”. Questa la probabile:

Sirigu; Izzo, N’Koulou, Moretti; Ola Aina, Baselli, Rincon, Meité, Berenguer; Zaza, Belotti. A disposizione: Ichazo, Roati, Djidji, Ferigra, De Silvestri, Bremer, Lukic, Edera, Parigini, Soriano, Damascan

Qui Napoli – Non poche le grane a cui deve far fronte Ancelotti a partire da un attacco che segna pochissimo, solo sei gol nelle prime cinque partite, così male anche Donadoni nel 2009 prima di venire esonerato a favore proprio di Mazzarri. Difficile che il tecnico ex Milan e Bayern Monaco risparmi qualcuno in vista del match di domani, più facile possa applicare del turn over contro il Parma. Risposte di formazione attese con trepidazione anche da Hamsik il quale starebbe ripensando di cambiare aria a Gennaio. La probabile:

Ospina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Hamsik, Zielinski; Mertens, Insigne. A disposizione: Karnezis, D’Andrea, Malcuit, Maksimovic, Luperto, Rog, Diawara, Fabian, Ounas, Milik, Verdi.

  •   
  •  
  •  
  •