Milan, Alessio Romagnoli:” Siamo disposti a morire per Gattuso. Con l’Inter disputeremo una grande partita”

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Alessio Romagnoli – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Il countdown segna -3 al derby della Madonnina. I rossoneri proseguono, nel frattempo, il loro intenso lavoro a Milanello in vista della stracittadina meneghina che metterà di fronte due squadre in ottima salute, in grado di esprimere un gioco convincente grazie alla presenza di calciatori dal talento sopraffino.

Nella giornata di ieri, intanto, il difensore rossonero, Alessio Romagnoli, completamente recuperato dal punto di vista fisico per la sfida contro i nerazzurri, ha rilasciato un’interessante intervista su Sky Sport 24, in cui ha parlato degli obiettivi stagionali del “diavolo“, del significato di un match, assai prestigioso, come quello contro l’Inter, per poi esprimere tutta la sua stima e il suo affetto nei confronti del tecnico Gennaro Gattuso, sottolineando che la squadra sia compatta ed estremamente unita nei riguardi dell’allenatore milanista, remando tutti dalla stessa direzione.

Leggi anche:  31 anni dopo Caniggia, Miranchuk tinge l'Euro 2020 di nerazzurro (e l'Atalanta sorride per il futuro)

Questi alcuni dei passaggi cruciali espressi dal numero 13 rossonero:” Siamo molto più forti degli altri anni, degli altri derby. Abbiamo ambizioni molto più elevate e possiamo fare bene. Bisognerà giocarsela bene, dobbiamo restare spensierati“. Per poi aggiungere:” Icardi in area di rigore è fantastico, è difficile marcarlo ma bello allo stesso tempo. Higuain è un attaccante diverso, tra i migliori al mondo se non il migliore“. Infine conclude parlando del suo allenatore, “RinghioGattuso:” Abbiamo fiducia illimitata in Gattuso, è una persona di cuore ed è sempre dalla nostra parte. La squadra morirebbe per lui, l’importante è concentrarci e restare sempre uniti. L’obiettivo è arrivare il più in alto possibile in serie A e il più lontano possibile in Europa League. Sono convinto che domenica disputeremo una grande partita“.

Leggi anche:  Gattuso-Fiorentina: è già divorzio!

Romagnoli, al momento, ha all’attivo 6 presenze in campionato e 2 in Europa League, mentre per quanto concerne la sua storia personale nei derby di Milano, può vantare di aver segnato un gol nella stracittadina datata 15 aprile 2017, in cui realizzò la rete del provvisorio 2-1 a favore dell’Inter, prima che Zapata, all’ultimo istante, rimettesse tutto in parità. Quella, però, è un’altra storia: era la prima stracittadina disputata alle ore 12:30, tra due club a gestione cinese, mentre ora il fondo americano Elliott è divenuto il proprietario della società di via Aldo Rossi.

Inoltre anche in panchina vi erano seduti due protagonisti che rappresentano il passato, ossia Stefano Pioli al timone dei nerazzurri e l'”aeroplanino” Vincenzo Montella alla guida dei rossoneri. L’attualità, invece, parla di uno scontro a viso aperto tra Spalletti e Gattuso, tra due compagni ambiziose e in ascesa, e soprattutto di un Romagnoli che dovrà guidare il reparto arretrato del “diavolo“, chiamato a smorzare i tentativi offensivi che proporrà la punta di diamante dell’Inter, ossia Mauro Icardi.

  •   
  •  
  •  
  •