Milan, Suso verso il derby:”Ho rifiutato due volte l’Inter. Che intesa con Higuain”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Suso – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Suso, la verità del cardellino rossonero. E’ forse l’uomo più in forma del Milan che si avvicina al derby con l’Inter, fatto confermato anche dalle prestazioni con la Spagna. Jesus Fernandez Saez de la Torre, per tutti Suso, può essere uno degli uomini decisivi della stracittadina milanese di domenica sera. L’ex Liverpool ha segnato 3 gol in cinque derby giocati. E pensare che il prossimo Inter-Milan lo poteva giocare in nerazzurro. Lo conferma lui stesso al Corriere della Sera:“Le voci sull’Inter? Per due estati di fila c’è stata un’offerta dell’Inter per me, ma io sono molto contento qua, non ho mai pensato di cambiare. L’Inter mi ha cercato anche l’estate scorsa. Mirabelli lo sapeva, anche se pubblicamente diceva il contrario. Sono molto felice al Milan, non penso di andare da un’altra parte”.

Imprescindibile sia per Montella che per Gattuso, Suso sta trovando un’intesa sempre migliore con Higuain. “Siamo stati per tre mesi vicini di casa, venivamo a Milanello in macchina assieme tutte le mattine: io avevo sonno e lui parlava, parlava, parlava… Qualche volta mi è venuta voglia di lasciarlo in autostrada. Lui parla di calcio un po’ più di me, io ho voglia di staccare. Comunque quando due persone capiscono di calcio sanno che è solo questione di tempo, di giocare insieme e conoscersi”. Nell’ultimo match di campionato, giocato e vinto dal Milan contro il Chievo, sono stati due gli assist vincenti di Suso per Higuain. E’ chiaro che Gattuso si augura di rivedere la stessa scena domenica sera contro l’Inter. 

Leggi anche:  Anche l'Inter su Lingard: sfida a Real e PSG

Suso, l’arma letale di Gattuso per il derby

Se gira lui, gira anche tutto il Milan. Da tre stagioni è Suso la cartina tornasole dello stato emozionale dei rossoneri. Lo spagnolo è la principale fonte di gioco milanista. L’ex Liverpool ha spesso fatto male all’Inter negli ultimi derby. Una doppietta nel novembre del 2016. Nel derby del gol di Zapata fu lui a calciare il corner che portò al pareggio del difensore colombiano. Nella passata stagione Suso segnò nel derby di andata, anche se poi il Milan perse per 3-2. Fu sempre lui a fornire l’assist vincente a Cutrone per il gol decisivo nel derby di Coppa Italia, vinto dai rossonero il 27 dicembre 2017. Quella è stata l’ultima vittoria milanista nella stracittadina milanese.

Leggi anche:  Dove vedere Milan Genoa Primavera, streaming gratis e diretta TV in chiaro

Suso, ma non solo. Per battere l’Inter Gattuso ha bisogno della partita perfetta da parte dei suoi, senza disattenzioni. Calhanoglu dovrà cercare di elevare il suo rendimento per non costringere i compagni ad appoggiarsi troppo su Suso. Le due squadre sono molto diverse. L‘Inter di Spalletti è squadra sorniona, cinica e spietata. I nerazzurri sono sempre pronti a sfruttare qualsiasi incertezza degli avversari. Il Milan di Gattuso è invece più propenso a “fare” la partita, ad avere il pallino del gioco in mano. I rossoneri, nonostante abbiano il terzo miglior attacco della Serie A, concretizzano meno di quanto producono. Un peccato che in un derby può diventare mortale. Perché le stracittadine all’ombra della Madonnina non si giocano, si vincono.

  •   
  •  
  •  
  •