Serie A: Milan, contro il Chievo ancora panchina per Cutrone e c’è chi inizia a storcere il naso

Pubblicato il autore: Giacomo Luigi Uccheddu Segui

Patrick Cutrone – Foto Getty Images© per SuperNews

L’incontro di domani a San Siro non si prevede tra i più semplici per il Milan contro un Chievo che ha disperata necessità di punti per lasciarsi alle spalle la penalizzazione in classifica, il tecnico dei gialloblu D’Anna è a rischio ma Gattuso vuole presentarsi al derby in programma dopo la sosta con la terza vittoria consecutiva tra campionato ed Europa League.

Dopo il riposo forzato nel turno precedente contro il Sassuolo, il tecnico avrà anche in campionato dopo la sfida contro l’Olympiakos, il Pipita Gonzalo Higuain dal 1′. L’attaccante argentino sarà preferito a Patrick Cutrone il quale a meno di colpi di scena nel pre partita dovrebbe partire dalla panchina. Ai fianchi del centravanti argentino agiranno Calhanoglu e Suso.

Leggi anche:  L'Atalanta cambia il pelo, ma non il vizio: miglior attacco della Serie A (esattamente come l'anno scorso)

Patrick e una vita da comprimario

Sì, c’è chi avrebbe voluto vedere domani Cutrone giocare dal 1′ con o senza Higuain. L’attaccante cresciuto nella Parediense ancor prima che in rossonero è stato lanciato in prima squadra un anno fa da Montella, il tecnico ex Fiorentina poi esonerato venne subito ripagato da cinque gol in 13 partite tra campionato ed Europa League. Cutrone è però stato presto relegato in panchina a beneficio di un deludentissimo Kalinic e in questa stagione i fatti sembra si stiano ripetendo con una sola differenza: al posto del croato c’è Higuain che per fortuna del Milan e i suoi tifosi non sta deludendo quanto fece l’ex giocatore della Fiorentina.

L’infortunio patito da Cutrone alla Karalis Arena contro l’Albania ne ha frenato quello che sarebbe potuto essere un avvio di stagione migliore ma il giovane diavolo è subito voluto tornare in squadra con mister Gattuso che però ne ha preservato le qualità evitando ricadute. Dopo il gol decisivo alla Roma e aver giocato pochi minuti contro Empoli e Sassuolo, Patrick si è ritagliato un altro pò di spazio contro l’Olympiakos andando ad addentare la compagine greca realizzando due decisivi gol in appena 35′.

Leggi anche:  Zlatan Ibrahimovic, nessuna violazione della zona rossa: ecco cosa è successo veramente

I numeri non mentono, è l’ora di Patrick

Ci siamo divertiti a prendere le ultime dieci stagioni di campionato disputate dal Milan e fermarci alla settima giornata per quanto i rossoneri in questa stagione sette gare ancora non le abbiano disputate. I dati sono spaventosi per Cutrone: media realizzativa altissima con 1 gol ogni 49 minuti! Migliorato lo score dello scorso campionato con una rete ogni 124′ ma soprattutto superati in ordine: Pato che nella stagione 2010-11 siglò quattro reti in 253′ per un gol ogni 63′, superato Inzaghi che nella medesima stagione siglò due reti in 139′ maturando la media di una segnatura ogni 69′ e 50”, ed infine superato anche Boateng che nella stagione 2011-12 mise a segno tre reti in 210′ il che in termini di media significa un gol ogni 70′. Cutrone insomma nel regno dei grandi bomber rossoneri, ma questo a Gattuso ancora non è sufficiente per schierarlo dal 1′ vicino a Higuain e tra i tifosi rossoneri c’è chi, comincia a mugugnare.

  •   
  •  
  •  
  •