Inter: crisi preoccupante. Icardi non segna e Perisic vuol andare via

Pubblicato il autore: Lorenzo C

Ko amaro quello rimediato, ieri, dall’Inter in casa del Torino. Una sconfitta per 1-0 che ha certificato lo stato di crisi da parte della squadra di Luciano Spalletti. I nerazzurri, scesi in campo con l’inedito abito tattico del 3-5-2, non hanno affatto convinto. L’idea di schierare Miranda nel terzetto difensivo in compagnia di Skriniar e De Vrij, dirottando D’Ambrosio e Dalbert nel ruolo di esterni di centrocampo, per poi affidarsi al duo d’attacco formato da Lautaro Martinez e Icardi, ha impattato sulla compattezza e sulla ruvidità di un Toro ben organizzato e per nulla intimorito dall’avversario. Le idee palesate dalla Beneamata sono apparse poche e piuttosto prevedibili, dando vita ad una performance decisamente insufficiente.

I numeri della compagine nerazzurra sono alquanto deficitari: l’Inter è reduce da un solo punto nelle prime due gare di campionato del 2019, terza in classifica a quota 40 ed è distante ben 8 punti dal Napoli secondo, mentre il gap dalla Juventus capolista si è allungato a 19. Oltre a ciò, occorre segnalare la sterilità in attacco di Mauro Icardi, il quale è a digiuno di reti in A dallo scorso 15 dicembre, quando realizzò il gol decisivo nel match casalingo contro l’Udinese.

Leggi anche:  Crisi Milan, Pioli sventola bandiera bianca: "Non riusciremo a vincere ancora lo scudetto"

Dal punto di vista del mercato, invece, questi ultimi giorni della sessione invernale rischiano di essere parecchio concitati per la dirigenza nerazzurra, con Ivan Perisic, ieri seduto in panchina, sempre più tentato dall’intraprendere una nuova avventura professionale in Premier League. Il croato è corteggiato dall’Arsenal, società disposta a mettere sul piatto un prestito oneroso da 5 milioni di euro con diritto di riscatto fissato a 40. L’amministrato delegato Beppe Marotta e il direttore sportivo Piero Ausilio ci stanno riflettendo, considerando anche la volontà da parte dell’esterno d’attacco di cambiare aria.

Nel caso in cui Perisic dovesse salutare la comitiva interista, la dirigenza del club di Corso Vittorio Emanuele dirotterebbe le attenzioni su Carrasco del DL Yifang, con la possibilità di girare al club cinese Antonio Candreva, giocatore ai margini del progetto tattico di Luciano Spalletti, sul quale la scorsa settimana si è pronunciato il suo agente, Federico Pastorello, dichiarando che il suo assistito stia vagliando delle opportunità per tornare a giocare in pianta stabile. Detto ciò, l’intenzione di Candreva di approdare nel campionato cinese è da vagliare con attenzione, in quanto non rappresenti un’ipotesi, per lui, particolarmente allettante.

Leggi anche:  Asta di Riparazione Fantacalcio 2023, i giocatori da acquistare: ecco i consigli, top e sorprese!

Nel frattempo, per quanto concerne il rinnovo contrattuale di Mauro Icardi, durante la puntata di ieri sera di “Tiki Taka“, la moglie-agente dell’attaccante argentino, Wanda Nara, ha espresso delle dichiarazioni distensive, non lesinando elogi nei riguardi di Beppe Marotta. Lady Icardi non ha affermato una data precisa in cui avverrà l’incontro per raggiungere la tanto attesa fumata bianca, ma in base a quanto svelato, appare molto probabile che l’Inter e l’entourage del bomber sudamericano trovino, a breve, il giusto punto d’incontro. In attesa di ciò, la squadra nerazzurra dovrà tornare a concentrarsi fermamente sul rettangolo verde, al fine di riprendere il feeling con la vittoria in campionato e con lo scopo immediato di non fallire il match di giovedì sera contro la Lazio, in Coppa Italia, per non salutare anticipatamente una competizione a cui la dirigenza nerazzurra tiene in modo particolare per tentare di rinverdire il proprio palmares.

  •   
  •  
  •  
  •