Inter, Perisic come Rocky: il croato vuole riconquistare i tifosi nerazzurri

Pubblicato il autore: Gaetano Masiello


Perisic come Rocky. Sembrerebbe quasi un titolo di un film ma in realtà il calciatore neroazzurro Ivan Perisic sembrerebbe ispirarsi a Rocky Balboa, interpretato da Sylvester Stallone, per riprendersi il mondo neroazzurro ai suoi piedi. Infatti il forte esterno croato prima di emigrare probabilmente a fine stagione verso altri lidi, l’Arsenal si era interessata al 30enne esterno croato ex Wolfsburg, vuole lasciare il segno in questo finale di stagione spingendo l’Inter al terzo posto, che vorrebbe dire qualificazione diretta alla prossima Champions League, e a tentare di andare il più avanti possibile in Europa League, unica competizione rimasta per gli uomini di Spalletti dopo l’eliminazione bruciante dalla Coppa Italia ad opera della Lazio dopo i calci di rigore. L’esterno croato per riprendersi l’Inter e per riprendere la migliore forma possibile ci sta mettendo impegno e dedizione dopo la fine del mercato e in vista dell’importante trasferta di Parma di sabato sera. Infatti secondo l’inviato di Sky Sport Matteo Barzaghi, nell’allenamento di ieri l’esterno croato è rimasto ad allenarsi ad Appiano all’ora di pranzo, mentre tutti i suoi compagni avevano già terminato la seduta mattutina, ed ha lasciato il centro sportivo neroazzurro solo pochi prima delle 18. Una dimostrazione di impegno da parte di Perisic che potrebbe portar bene a Spalletti nell’obiettivo del raggiungimento degli obiettivi rimasti, terzo posto in campionato e provare ad arrivare in fondo in Europa League.

Leggi anche:  Follia in casa Samp, busta con proiettile destinata alla dirigenza

Perisic, il rendimento del croato dal suo arrivo

Perisic arriva all’Inter nell’estate del 2015, esattamente pochi giorni prima dalla conclusione del calciomercato. Nella sua prima stagione in neroazzurro con Roberto Mancini in panchina l’esterno croato realizza 7 reti in 34 presenze in Serie A; la stagione successiva, quella sfortunata con tre cambi in panchina (De Boer ad inizio stagione, Vecchi, Pioli e ancora Vecchi) Perisic realizza 11 reti in 36 presenze; mentre la stagione scorsa, la prima con Spalletti, Perisic realizza 11 reti in 37 presenze; mentre nella stagione attuale fino alla gara di domenica scorsa contro il Bologna, Perisic ha realizzato solo 3 reti (molto poco rispetto a quanto potrebbe dare il croato) in 19 presenze in Serie A, mentre questa stagione in Champions 6 presenze e 0 reti realizzate.

  •   
  •  
  •  
  •