Milan, la rinascita di Calhanoglu-Rodriguez: Gattuso vola con i suoi intoccabili

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Gattuso, la vittoria degli intoccabili. Li ha fatti giocare sempre e per ora ha avuto ragione lui. Contro l’Atalanta la scena è stata rubata ancora una volta da Piatek, il sabato sera milanista ha visto altre stelle brillare. Una, quella di Hakan Calhanoglu. Il turco è finalmente tornato quello del Bayer Leverkusen, realizzando un gol che in campionato mancava dallo scorso maggio. Nella crescita del turco sta influendo anche il sempre miglior inserimento negli schemi rossoneri di Paquetà. Il brasiliano sembra un veterano del campionato di Serie A, pensare invece che il suo esordio nel campionato italiano è vecchio di un mese fa. L’ex Flamengo può e deve migliorare, anche nella gestione della palla. Ma il vuoto lasciato da Bonaventura sembra colmato.

Leggi anche:  Lazio-Inter, probabili formazioni: Inzaghi attende i sudamericani, Sarri ritrova Immobile

Sulla stessa fascia di Calhanoglu agisce anche Ricardo Rodriguez. Lo svizzero è stato spesso messo sulla graticola da stampa e tifosi. Mai da Gattuso. Il tecnico rossonero non lo ha mai messo in discussione e l’ex Wolfsburg sta rispondendo sul campo. A Bergamo è arrivato anche un assist vincente, trasformato in oro da Piatek. Certo, prima c’era stata un’incertezza sul gol subito dal connazionale Freuler, ma lì tutto il Milan è stato colpevole. Anche la presenza di un concorrente come Laxalt ha stimolato Ricardo Rodriguez a dare di più. Allo svizzero si può chiedere anche qualche gol, visto che il tiro dalla distanza era una delle specialità della casa quando giocava in Germania. Perchè non replicare anche in Italia?

Calhanoglu e company, il Milan degli intoccabili di Gattuso è pronto per lo sprint Champions

Un’altra giornata di Serie A è trascorsa e il Milan è sempre al quarto posto. I rossoneri ora sono a +4 su Lazio e Atalanta, ma guai a cantar già vittoria. Mancano ancora 14 partite alla fine e tante insidie. In più a fine mese ci sarà la semifinale di andata di Coppa Italia, a San Siro contro la Lazio. Gattuso sta recuperando tutti i pezzi della rosa e gli acquisti di gennaio hanno portato linfa nuova al Milan. I rossoneri hanno realizzato 7 gol nelle ultime due partite di campionato, ovvero da quando è cominciata l’era-Piatek. Il polacco sembra aver rivitalizzato anche giocatori come Calhanoglu che sembravano aver smarrito la retta via.

Leggi anche:  Sventura per Luciano Spalletti, auto rubata a Napoli

Con l’arrivo dell’ex Genoa anche Gattuso ha cambiato modo di giocare. Il Milan oggi sviluppa una manovra più verticale e meno orizzontale. Meno passaggi e più velocità. Con più gol segnati. Il tutto facilitato dalla straordinaria vena realizzativa di Piatek, che trasforma in gol tutto quello che tocca. Gattuso ora ha il compito di far sentire tutti importanti nella rosa rossonera. Anche e sopratutto quelli che giocano meno. Perché per lo sprint della Champions League tutti potranno essere utili. Il Milan degli intoccabili va avanti dritto per la sua strada. Per ora va bene così, ma il cammino che porta a Eldorado è ancora lungo. E il percorso è ancora pieno di ostacoli.

  •   
  •  
  •  
  •