Juventus, maledizione Genoa per Allegri: ancora una sconfitta al Ferraris

Pubblicato il autore: Paolo Lora Lamia


Come fermare la Juventus di Massimiliano Allegri? Per informazioni chiedere al Genoa. La formazione rossoblù non  è stata solo la prima in questo campionato a vincere contro i bianconeri, ma è stata anche una delle squadre che più volte hanno fermato i campioni d’Italia da quando Allegri siede sulla panchina. Ben tre i successi genoani negli ultimi cinque anni, ottenuti tutti al Ferraris.

La prima di queste tre storiche imprese compiute dai grifoni risale alla stagione 2014/2015. In estate Allegri ha sostituito Antonio Conte sulla panchina della Juventus, iniziando nel migliore dei modi il campionato. Nelle prime otto giornate, i bianconeri conquistano addirittura sette vittorie (compresa quella nello scontro diretto con la Roma), smentendo chi pensava alla fine di un ciclo vincente con l’addio di Conte. Dall’altra parte c’è un Genoa che ha reagito con carattere al k.o. rimediato nel derby alla quinta giornata, conquistando due vittorie e un pareggio nelle successive tre gare. Nel corso del match la Juve assedia con insistenza la porta genoana, ma un po’ di imprecisione, i legni e un super Perin impediscono ai bianconeri di segnare. Ci riesce invece il Genoa, con la rete segnata da Antonini su assist di Matri a trenta secondi dalla fine che vale la vittoria.

Leggi anche:  Dubbio per Inzaghi, il difensore partirà titolare ma..

Genoa, da Simeone a Sturaro: gli eroi rossoblù contro la Juventus di Allegri

Una gioia immensa per i tifosi rossoblù, provata nuovamente due stagioni più tardi.  Siamo al 27 novembre 2016: la Juventus è reduce dall’importante successo ottenuto in Champions League sul campo del Siviglia, mentre il Genoa guidato da Ivan Juric ha cominciato il campionato in modo altalenante. Tutti pensando che vada in scena l’ennesimo successo bianconero, ma l’undici rossoblù smentisce tali pronostici con una partenza super. Nei primi 29 minuti, infatti, il Genoa va a segno per ben tre volte: due con Giovanni Simeone e una con un’autorete di Alex Sandro. Solo nella ripresa la Juventus prova a reagire, ma la rete realizzata da Pjanic a otto minuti dalla fine non basta per conquistare almeno un punto.

Leggi anche:  Salernitana: Radovanovic escluso dalla lista della Serie A. C'è un motivo, eccolo

Un altro successo di prestigio per il Genoa che, con quello ottenuto ieri grazie alla reti di Sturaro e Pandev, si conferma la bestia nera della Juventus nelle ultime stagioni.

  •   
  •  
  •  
  •