De Rossi, rabbia dei tifosi della Roma: striscioni contro Pallotta

Pubblicato il autore: Laurapetringa Segui

De Rossi. I tifosi non sembrano aver preso bene il forzato addio del capitano, ed ecco che durante la notte sotto la nuova sede della società, all’Eur, sono spuntati striscioni con parole dure contro il Presidente, mentre accanto a casa del Capitano la scritta ” DDR nostro vanto”. Sempre sotto la società anche una forte contestazione degli Ultrà e una bandiera degli Stati Uniti rovesciata proprio per la scelta del mancato rinnovo del contratto al Capitano.

“Figli di Roma, capitani e bandiere. Ecco il rispetto e l’amore che questa società non potrà mai avere”, uno degli striscioni recitava così. Anche a Testaccio altre parole dure nei confronti di Pallotta:  “Un presidente maiale e una società incompetente. DDR per sempre nel cuore della gente”. «Lo vedi che è er padrone? Insorgi. Pija er cortello».
Molte altre scritte per la Capitale, come: “Pallotta vattene“; “Pallotta maiale“, “Pallotta verme“, ma anche Daniele De Rossi: striscioni e manifesti per il Capitano contro la Roma e Pallotta
in piazzale Dino Viola a Trigoria, con su scritto”Le leggende non si toccano“.
E così anche il ritratto del calciatore con le sue diverse maglie, la 27, la numero 16 con la scritta “O De Rossi”.  Una vera e propria rivoluzione per Capitan Futuro. C’era da aspettarselo. 

Terribili anche alcune delle parole che gli Ultras hanno riservato a Pallotta, e che sono finite sui tavoli della Digos, come alcune minacce di morte.
Ma è solo l’inizio di una ben più lunga protesta per la quale i tifosi si sono già dati appuntamento per i prossimi giorni. Alcuni infatti Sabato 18 Maggio si dovranno vedere a Trigoria ,quando si giocherà Sassuolo-Roma al Mapei Stadium alle  20.30.

Leggi anche:  Probabili formazioni Lazio-Roma: le scelte di Inzaghi e Fonseca

Tutto questo nonostante le parole miti di De Rossi che in conferenza stampa si è mostrato sereno, seppur malinconico e ha dato prova di grande serietà e maturità nel non accettare un ruolo dirigenziale, quanto nel voler continuare la sua attività di calciatore, e magari come ha detto, un giorno, di voler affiancare Totti tornando alla Roma, o guardando la squadra dagli spalti.

Prosegue la protesta nel pomeriggio

Oggi una serie di tifosi sono andati a Trigoria durante i consueti allenamenti per continuare la contestazione e cantare cori e alla fine sono arrivate anche le forze dell’ordine a calmare gli animi. Ranieri risponde ai tifosi:  “​Io qui non resto. Ma non ve la prendete con noi, decide tutto testa bianca che sta a Londra e quell’altro che sta a Boston​” e anche Massara conferma che la decisione non è la loro, ma l’hanno presa a Boston. Verso le 16, De Rossi, Ranieri e Massara, per mettere fine alla contestazione sono usciti a parlare con i tifosi. Secondo Calciomercato, De Rossi avrebbe detto: “Se ora tornano indietro e mi offrono il rinnovo dico di no”.La risposta dei tifosi? “No, Daniele questo non è giusto”. Successivamente un centinaio di Ultras, hanno esposto un altro uno striscione contro la società : “As Azienda oggi chiarimo ‘sta faccenda”. Totti non era presente a tutta la querelle poiché si trovava in viaggio verso il Kuwait.

Leggi anche:  SKY o DAZN? Dove vedere Torino Spezia in tv e in streaming, Serie A 18° giornata

 

  •   
  •  
  •  
  •