Gazzoni Frascara, l’addio di Roberto Baggio: “Buon viaggio Presidente”

Pubblicato il autore: GennaroIannelli Segui

Roberto Baggio ha espresso il suo cordoglio per la morte di Giuseppe Gazzoni Frascara, Presidente del Bologna dal 1993 al 2001 e proprietario del club sino al 2005, anno in cui cedette il club ad Alfredo Cazzola. Fu proprio Gazzoni a regalare il “Divin codino” alla città felsinea e oggi, nel giorno della sua scomparsa, l’ex numero 10 ha voluto dedicargli uno speciale messaggio d’addio

Morte Gazzoni Frascara: l’addio commosso di Roberto Baggio

Buon viaggio Presidente, nella luce tranquilla del riposo celeste“. Comincia così il messaggio che Roberto Baggio ha affidato all’Ansa per dare il suo addio commosso a Gazzoni Frascara, proprietario del Bologna dal 1993 al 2005 e artefice della risalita della squadra felsinea nel calcio che conta. Baggio, insieme a Beppe Signori, rappresenta la stella di maggior talento che l’imprenditore seppe regalare alla città delle due torri durante gli anni della sua presidenza. Il “divin codino” ha oggi ricordato con orgoglio e commozione l’annata trascorsa a Bologna che, oltre a lasciare un segno indelebile nel cuore di tutti i tifosi rossoblù, gli consentì di staccare il “pass” per Francia ’98 al seguito della truppa guidata da Cesare Maldini:

Leggi anche:  Rui Patricio: "Orgoglioso di essere alla Roma, felice di lavorare con Mou"

Sono ormai diverse settimane che in molte famiglie del mondo si prova il dolore della perdita dei propri cari – prosegue la lettera – oggi è toccato al Presidente Gazzoni, che amichevolmente chiamavamo Giuseppe. un uomo a cui devo molto per avermi regalato con la sua fiducia una delle stagioni più belle”.
Il suo Bologna è stato un grande Bologna in una grande Bologna: non è un gioco di parole, ma vuole sintetizzare tutto il mio sentimento e la mia gratitudine a Gazzoni, ai miei compagni e alla mia società, col ruicordo anche di Renato Cipollini che fu un pilastro di quel periodo”.
Gazzoni Frascara si è spento oggi, all’età di 84 anni, nella sua abitazione bolognese, lasciando un vuoto incolmabile in tutti gli appassionati di calcio.

  •   
  •  
  •  
  •