Rinnovo Donnarumma: il piano del Milan per trattenere il portiere

Pubblicato il autore: GennaroIannelli Segui

Rinnovo Donnarumma – La prossima estate il Milan si troverà a fare i conti con la delicata situazione relativa al rinnovo di Donnarumma. Il portiere classe 1999 è attualmente il giocatore più pagato della squadra (6 milioni il suo ingaggio), nonché uno degli elementi più importanti della rosa di Pioli. Il Milan lo considera un vero e proprio “patrimonio” e vorrebbe trattenerlo almeno per un’altra stagione. Un’impresa non semplice vista la presenza “ingombrante” di Mino Raiola che potrebbe convincere il ragazzo a trasferirsi verso altri lidi.

Rinnovo Donnarumma: è ancora possibile trattenere il ragazzo a Milano?

Gigio Donnarumma è riuscito negli anni a conquistarsi un posto di primaria importanza tra le file del Milan. Nonostante la squadra rossonera abbia auto non poche difficoltà in termini di risultati sportivi, il classe ’99 è riuscito a mettersi in mostra segnalandosi come uno dei migliori portieri della propria generazione e conquistandosi un posto da titolare in Nazionale. Tutto questo però potrebbe non bastare. Nonostante il Milan gli abbia riservato un posto centrale all’interno del progetto tecnico a Donnarumma manca ancora qualcosa per definirsi un giocatore affermato a livello mondiale: un palcoscenico prestigioso come la Champions League. A 21 anni il portiere rossonero non ha ancora mai giocato nell’Europa che conta, e non certo per colpa sua, ma per i limiti strutturali di una squadra che non riesce più ad essere competitiva. Se a questi presupposti si aggiunge che a curare i suoi interessi è una figura come Mino Raiola, ecco che si intuisce come le voci di una sua possibile partenza siano un assillo coostante per i dirigenti e i tifosi rossoneri.

nelle scorse estati sembra che tanti top club abbiano provato a strappare il gioiellino dalla vetrina rossonera: PSG, Real Madrid, la stessa Juventus, ma che ancora nessuno sia riuscito nell’affondo decisivo anche per il sentimento d’affetto che lega il portiere ai colori del diavolo. Una situazione che potrebbe però cambiare. Il contratto di Donnarumma va infatti in scadenza il prossimo anno e molte grandi squadre starebbero già fiutando l’affare a parametro zero. Il Milan continua a mostrare una certa fragilità interna e, tra voci che si susseguono circa un ennesimo cambio in panchina (tra Pioli e Rangnick), fatica a garantire una certa stabilità ai propri campioni. Sul rinnovo Donnarumma si è soffermata la Gazzetta dello Sport nella sua edizione odierna. Come afferma la rosea, prima di fargli giurare nuovo amore al Milan, Raiola vorrebbe capire quali siano le reali ambizioni rossonere e poi regolarsi di conseguenza. Possibile che il portiere vada in scadenza il prossimo anno? Probabilmente no, ma è sicuro che sarà difficile trattenerlo ancora se non dovessero arrivare risultati di un certo livello. Ecco perché il Milan, sempre secondo la rosea, vorrebbe prendere un po’ di tempo per valutare il rinnovo Donnarumma ed offrire al portiere  il prolungamento del contratto almeno per un altro anno.

Rinnovo Donnarumma: a quali condizioni?

Se così fosse, la scadenza del contratto verrebbe portata al 2022 e i rossoneri potrebbero avere anche margini più ampi su una sua eventuale cessione. Se rinnovo ci sarà, sottolinea sempre la Gazzetta, il Milan ragionerà al ribasso, proponendo al portiere un contratto da 5 milioni (uno in meno rispetto a quanto percepisce ora), ma includendo nell’accordo una serie di bonus che saranno legati all’eventuale qualificazione in Champions League. E’ un’opzione realizzabile? Difficilmente a nostro parere. Donnarumma, come detto in precedenza, è già ora uno dei migliori elementi della rosa e, se il Milan fatica a qualificarsi in Europa, non è certo per demerito suo. Difficile ipotizzare che Mino Raiola accetti una soluzione a ribasso per il proprio assistito dopo che questi ha rinunciato in passato alla corte di club importanti come il Real. Il rinnovo Donnarumma è una matassa che andrà sbrogliata al più presto, ma il Milan potrebbe dover battere altre strade per riuscirci.

  •   
  •  
  •  
  •