Benatia: “Roma? Sarei tornato a piedi” Poi punge Allegri

Pubblicato il autore: GennaroIannelli Segui

Medhi Benatia, difensore marocchino di 33 anni, ha legato gran parte della sua carriera alla nostra Serie A. In sette stagioni il marocchino ha vestito le maglie di Udinese, Roma e Juventus, vincendo due Scudetti e altrettante Coppe Italia. Proprio l’esperienza in bianconero si é chiusa in modo traumatico: a seguito di alcuni screzi con l’allenatore Max Allegri il difensore é stato ceduto ai qatarioti dell’Al Duhail con i quali gioca dal gennaio del 2019.  Una rottura, quella con il tecnico toscano, che si consumó dopo la sconfitta interna nello scontro diretto contro il Napoli che rischió di far perdere il tricolore ai bianconeri.

Benatia é tornato a parlare di quell’esperienza alla Juventus durante un’intervista rilasciata a Sky Sport 24:
Dopo Juventus-Napoli ho vissuto la settimana piú brutta. Abbiamo sofferto tantissimo. Ho quasi tenuto la difesa da solo, poi sul gol di Koulibaly ho perso la marcatura. La settimana dopo, contro l’Inter, Allegri mi ha tolto dai titolari. Ci sono rimasto male e l’ho presa sul personale. Credevo non avesse visto bene la partita contro il Napoli. Abbiamo battuto l’Inter 3-2 ed ero contento del risultato, ma allo stesso tempo ero triste. Stavamo giocando ogni tre giorni, ero sempre lì presente. L’ho presa davvero male, mi sono sentito tradito”.
Parole non prive di una certa amarezza le quali non lasciano dubbi sul fatto che Allegri e Benatia non si siano lasciati certo bene.

Un altro bianconero è rimasto però impresso nel cuore del marocchino: quello dell’Udinese, squadra che portò in Italia il centrale e lo tenne con sè per tre stagioni: “Gli inizi ad Udine sono stati difficili. Dovevo correre tanto e adattarmi a un nuovo calcio con tutt’altra intensità rispetto a quella cui ero abituato. All’inizio non ce la facevo, ma devo dire grazie a Guidolin che tra gli allenatori è quello che mi ha dato di più”.

Infine Benatia ha ricordato la sua unica stagione passata alla Roma svelando di essere stato ad un passo dal tornare in giallorosso: “A Roma sarei tornato a piedi. Quando ho capito di essere al capolinea con la Juve le opzioni erano due: tornare a Roma o andare in Qatar per motivi familiari. Balzaretti e Massara provarono a chiudere l’affare, ma non fu possibile e così mi ritrovo in Qatar”.

  •   
  •  
  •  
  •