Serie A, ripartenza il 20 giugno? Commissione medica FIGC: “Data plausibile”

Pubblicato il autore: Alessandro Nidi Segui

La Serie A vede slittare di una settimana l’ipotetica data della sua ripartenza? Stando alle dichiarazioni rilasciate ai microfoni di Radio Punto Nuovo quest’oggi, venerdì 22 maggio 2020, dal dottor Francesco Vaia, membro della commissione medica della Figc e direttore sanitario dell’istituto Spallanzani di Roma, sembrerebbe proprio di sì. Non si parla più, infatti, del 13, bensì del 20 giugno: “È una data plausibile – ha asserito –, perché ci separa un percorso di due quindicine, quindi due settimane canoniche in cui si manifestano l’incubazione e la sintomatologia. Osservato questo periodo, se non dovesse succedere nulla, saremo in presenza di una possibilità molto concreta di far ricominciare il campionato.

Serie A il 20 giugno? Vaia: “Curva epidemiologica scenderà”

Il dottor Francesco Vaia ha poi risposto a un quesito relativo all’esempio Bundesliga che la Serie A dovrebbe e potrebbe seguire: “Modello tedesco? Per me bisogna che chi prende la decisione valuti cos’è un calciatore in questo momento. In questo mese che ci separa dalla ripresa del campionato la curva epidemiologica continuerà a scendere e sarebbe plausibile poter iniziare. Gli strumenti tecnici, di controllo, si possono trovare”. In ultimo, secondo il professor Vaia, “la decisione è un atto politico, non tecnico. Se vogliono riaprire con il calcio, individuiamo le soluzioni.

  •   
  •  
  •  
  •