Il Toro cambia modulo, Longo rivoluziona la squadra

Pubblicato il autore: Davide Roberti Segui

IL TORO CAMBIA MODULO (E NON SOLO)- I granata hanno cambiato tanto, nell’ultimo periodo: a partire dall’allenatore, passando per il direttore sportivo (che sta provando diversi colpi, tra cui Joao Pedro), la squadra sta subendo alcuni mutamenti. Ora, proprio il nuovo tecnico Moreno Longo (tre sconfitte su tre partite giocate prima della sosta) è pronto a rivoluzionare l’assetto tattico: il Toro cambia modulo, con stop alla difesa a tre e immediato passaggio ad un più solido 4-4-2, provato anche in allenamento in questi ultimi giorni. Vediamo nel dettaglio cosa ha in mente il nuovo mister.

Il Toro cambia modulo, sarà 4-4-2 a partire dalla sfida al Parma

La chiave del cambio tattico che ha in mente Longo è l’infortunio di Verdi: senza di lui, non si potrà proporre il tridente con Zaza e Belotti. Pertanto, la scelta tattica del tecnico ex Frosinone sarà quello di un “più quadrato” 4-4-2: un modulo “all’italiana”, con la coppia di centravanti azzurri a guidare l’attacco. Ci sono, però, diverse incognite.
La prima, legata alla difesa, è la posizione di Nkoulou e Izzo: i due sono sempre stati abituati a giocare in una retroguardia a tre, soprattutto il napoletano. Dovranno quindi imparare alcuni movimenti, così come dovrà impararli Gleison Bremer, anche lui da sempre “terzino” nella difesa a tre che, adesso, dovrà adattarsi a fare il terzino destro puro. A sinistra, ci sarà De Silvestri. Due mediani in mezzo al campo: anche questa scelta è frutto dell’infortunio di Baselli, che dovrà stare fuori 6 mesi per la rottura del crociato. Pertanto, a fianco di Rincon ci sarà probabilmente l’ex Monaco Meitè. Sulle fasce, due soluzioni: quella più difensiva con la coppia Aina e Ansaldi oppure quella più offensiva con Berenguer e Edera. Grandi speranze sono riposte nel duo Zaza-Belotti, che dovrà iniziare a dare garanzie di continuità a livello tecnico, fisico e mentale: se i due iniziassero a girare bene, la rivoluzione potrebbe essere servita. Insomma, Longo vuole stravolgere i piani: il Toro cambia modulo, ma anche e soprattutto la mentalità sarà da cambiare.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: