Scudetto Juventus, Sconcerti: “Che freddezza! Sarri da solo, mi sembra che…”

Pubblicato il autore: Alessandro Nidi Segui


La Juventus ha conquistato il suo nono tricolore consecutivo e in queste ore numerosi addetti ai lavori stanno complimentandosi con la società bianconera per il traguardo raggiunto. Fra questi vi è il giornalista Mario Sconcerti, che, ai microfoni di Tutto Mercato Web Radio, ha sottolineato un episodio che non è passato inosservato dopo il match di Serie A contro la Sampdoria. “L’atteggiamento dei giocatori è stato freddo. Ho visto una freddezza che raramente si vede dopo uno scudetto vinto. È vero che Torino è sempre stata una piazza più fredda di altre e siamo al nono scudetto consecutivo, ma questo distacco sembra quasi cercato, quasi voluto. L’ho notato, ma era difficile farselo sfuggire. All’inizio sembrava che Sarri volesse rientrare da solo negli spogliatoi, poi è rimasto”.

Sconcerti: “Scena non calcistica”

Secondo Mario Sconcerti “è stata una scena non calcistica, non vissuta col solito entusiasmo. Non so quanto lo abbiano fatto di proposito, ma il tecnico non è stato cercato. Non mi è sembrata la fine di un’avventura felice. Detto questo, bisogna prendere atto che c’è una società che è 30 anni avanti agli altri. Di chi i meriti principali? Di Cristiano Ronaldo: ha segnato più del 40% dei gol della Juve e i gol contano. Questa è una Juve di solisti, CR7 è stato il merito e il limite della Juve nella ricerca del gioco”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: