Troppi rigori in Serie A, Gattuso non ci sta:”Chi ha fatto le regole non ha mai giocato a calcio”

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui


In Serie A con la modifica della regola del fallo di mani in area di rigore e l’utilizzo del VAR, vi è stato un incremento impressionante di penalty:dopo trentadue giornate di campionato sono stati decretati ben 159 rigori di cui cinquanta assegnati per fallo di mano, decisamente troppi se rapportati alle statistiche degli anni precedenti (per esempio 119 rigori assegnati nell’intera stagione 2018-19). Di questo dato si sono lamentati nella trentaduesima giornata della massima competizione calcistica italiana, Gianpiero Gasperini e Gennaro Gattuso.

Troppi rigori in Serie A, le proteste di Gasperini

Una bella Atalanta è stata raggiunta sul 2-2 all’Allianz Stadium da una doppietta di Cristiano Ronaldo, ora in piena corsa per il titolo di capocannoniere del torneo, abile a realizzare  i due calci di rigore concessi alla squadra bianconera per due falli di mano che, regolamento alla mano, c’erano.
Il tecnico dell’Atalanta, Gianpiero Gasperini, al termine del match con la Juventus, si è lamentato per i troppi rigori assegnati per i falli di mano in Italia, dove a suo parere c’è un’interpretazione differente: “Solo in Italia se la palla sfiora involontariamente il braccio si assegnano rigori. La regola è uguale per tutti, evidentemente è l’interpretazione che è diversa“.

Leggi anche:  Tabellone calciomercato estivo Serie A 2021 LIVE: tutti gli acquisti e le cessioni delle venti squadre

Troppi rigori in Serie A, Gattuso contesta la regola del fallo di mani in area

Un rigore realizzato da Kessié allo scadere ha deciso l’esito della partita tra il Napoli e il Milan, riportando la partita in pareggio dopo la rimonta degli azzurri da 0-1 a 2-1. Il tecnico partenopeo, ai microfoni di Sky Sport, non si è voluto soffermare sull’episodio della partita ma sulla tendenza esagerata nel concedere i rigori per falli di mano testimoniata dai numeri: “Non fatemi domande sul rigore perché non rispondo. Per giocare a calcio le mani sono importanti. Non posso pensare che un giocatore sistematicamente deve giocare con le mani dietro la schiena, è un altro stop. Quest’anno c’è il record di rigori per falli di mano, bisogna rivedere questa regola. Chi ha giocato a calcio sa che le mani non si possono mettere dietro la schiena. È un discorso di cui si parla 2-3 volte all’anno già da un paio d’anni, eppure non è cambiato nulla”.

  •   
  •  
  •  
  •