Atalanta, l’inizio stellare di Papu Gomez. Quattro goal e due assist in tre partite

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui


“Sei da clonare!”. Questa è stata la frase che tantissimi tifosi dell’Atalanta hanno citato dopo la straordinaria vittoria nerazzurra contro il Cagliari per 5-2. Il giocatore in questione? Indizio: argentino dalla grande qualità offensiva, tanta grinta da vero capitano e una maglia numero 10 che identifica il suo potenziale in campo. Stiamo parlando ovviamente di Papu Gomez, protagonista indiscusso di questo spettacolare inizio di stagione orobico. In realtà sorprese non ci dovrebbero essere visto che la “prestazione della domenica” è diventata una routine in casa Atalanta, ma l’inizio dello stesso Gomez è da incorniciare: direttamente proporzionale alla classifica attuale della Dea.

Rendimento da fuoriclasse per una Dea capolista – Nelle prime tre giornate di Serie A, Papu Gomez ha registrato prestazioni di assoluto livello sulla trequarti del campo: corsa, dribbling, apertura degli spazi, aiuto continuo nei confronti dei compagni di squadra e un senso del goal impeccabile. Se a guardarlo all’interno del rettangolo di gioco ci si innamora fin da subito, da un punto di vista statistico è un rendimento stellare: una media che va oltre una rete a partita visto che Alejandro è già a quota 4 marcature, e ovviamente gli assist (portata principale dell’argentino) sono già due. Semplicemente il numero 10 per eccellenza: peccato non poterlo clonare.

  •   
  •  
  •  
  •