Ibrahimovic ha odiato 4 giocatori in carriera, eccone uno

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui


Ibrahimovic fin dall’inizio della sua carriera è sempre stato uno dei giocatori più ammirati e più discussi, sia per le sue gesta in campo sia per il suo carattere da leader e provocatore. Ora il fenomeno svedese si trova al Milan dal Gennaio 2020 e questo anno è riuscito a dare nuova linfa vitale e carica alla squadra, facendola crescere in maniera esponenziale. Nel corso della sua lunga carriera ha vestito moltissime maglie ed ha giocato per i club più prestigiosi al mondo, vincendo moltissimi trofei e diventando uno degli attaccanti più prolifici della storia del calcio, oltre che uno dei calciatori più forti al mondo. Prima di fare ritorno a Milano, Ibracadabra, ha avuto una parentesi ai Los Angeles Galaxy, nella quale ha giocato 58 partite e segnato 53 gol.

Leggi anche:  Calciomercato Milan, per gennaio Maldini vuole un vice Ibra: ecco i tre nomi sul taccuino

Ibrahimovic e l’odio per Cavani

Proprio ai tempi dei L.A. Galaxy, Ibrahimovic ha fatto la conoscenza di Michael Ciani, difensore con trascorso italiano tra le fila della Lazio. Il difensore ha poi fatto delle dichiarazioni proprio su Zlatan: “Abbiamo parlato del suo rapporto con giocatori e allenatore ai tempi del Paris Saint-Germain. Mi ha detto che andava d’accordo con tutti, tranne con un compagno di squadra. E quel giocatore era Cavani. Mi ha detto che in carriera ha odiato 3-4 giocatori e Cavani è stato uno di questi“. Una rivelazione shock a conferma di quanto girava negli anni di Ibrahimovic al Paris Saint-Germain. La coppia Ibrahimovic-Cavani è una delle coppie più forti mai viste sul panorama calcistico mondiale e che ci ha fatto sognare dal 2013 al 2016. I due fuoriclasse sono riusciti ad ottenere risultati importanti in Francia, ma no in Europa, dove in Champions League non sono stati capaci di fare la differenza sperata. Il rapporto tra i due, però, non è sempre stato facile. Gli equivoci tecnici, legati ad alcuni tratti in comune nell’interpretazione del ruolo, sono sfociati in problemi interpersonali che ne hanno minato il rapporto.

  •   
  •  
  •  
  •