Papu Gomez è il miglior marcatore straniero dell’Atalanta. Scritta la storia

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui


237 presenze, 69 assist, grinta da vero capitano, qualità e 57 goal che lo hanno portato nell’olimpo del calcio bergamasco. Alejandro Dario Papu Gomez è entrato ufficialmente nella storia dell’Atalanta Bergamasca Calcio: con la doppietta segnata contro la Lazio di Inzaghi (4-1 dove i nerazzurri si sono dimostrati maturi sotto tutti i punti di vista), il numero 10 atalantino ha superato l’attaccante argentino German Denis nella classifica dei cannonieri atalantini più forti di tutti i tempi, raggiungendo, appunto, quota 57 marcature con la maglia orobica. Un risultato importante, che gli è costato il titolo di miglior marcatore straniero di tutto i tempi: la storia è stata ancora una volta riscritta.

Una crescita incredibile: Papu immenso per questa Atalanta – Da quel 2014 sono passati ben sei anni, nella quale il contesto nerazzurro di Gomez è cresciuto anno dopo anno: dalle difficoltà con Stefano Colantuono, dalla rinascita con Edy Reja all’esplosione definitiva con Gian Piero Gasperini, fino ad arrivare alla tanto desiderata UEFA Champions League. Non è la prima volta che l’argentino è protagonista dell’ennesima impresa con questi colori, ma un traguardo del genere va tenuto in considerazione: specialmente per quello che ha dato lo stesso argentino alla Dea. Immenso, talentuoso e leader di una grande squadra. In poche parole? Papu Gomez.

  •   
  •  
  •  
  •