Come giocherà la Fiorentina con Prandelli: 4-2-3-1, quantità e qualità

Pubblicato il autore: Davide Roberti Segui


COME GIOCHERÀ LA FIORENTINA CON PRANDELLI: I PROBABILI TITOLARI E IL MODULO SCELTO – Iachini è stato cacciato, Prandelli è tornato a casa. Questo il riassunto degli ultimi giorni in casa viola, dopo l’ennesima delusione dovuta al noiosissimo pareggio contro il Parma per 0-0. Beppe Iachini non è certamente un pessimo allenatore, ma è certamente un tecnico che non ha saputo esaltare tutte le qualità che oggettivamente la Fiorentina possiede. Bene Castrovilli e Biraghi in questo avvio, ma malino quasi tutti gli altri: Kouamé, Vlahovic e Cutrone con le polveri bagnate, forse danneggiati dal turnover continuo; Ribery e Callejon spesso usati fuori ruolo; Amrabat e Pulgar poco al centro del gioco. Ma Cesare Prandelli, idolo di Firenze e allenatore con il maggior numero di panchine e di vittorie alla guida della Viola, vuole sistemare la situazione: ecco come.

Leggi anche:  La Roma e Mkhitaryan, il suo devastante gioiello

Come giocherà la Fiorentina di Prandelli, modulo e probabili titolari

L’ex allenatore di Parma, Genoa e Nazionale è tornato davvero a casa sua. Diverse esperienze fallimentari, tra Galatasaray, Al-Nasr e Grifone, ma non può aver perso il suo talento in panchina: come detto, è il tecnico viola con più presenze e vittorie in Serie A.https://twitter.com/OptaPaolo/status/1326074479823425536?s=20

Il marchio di fabbrica di Cesare Prandelli, a livello tattico, è il 4-2-3-1. E anche in questo caso, nella sua nuova esperienza a Firenze, utilizzerà con ogni probabilità di nuovo questo modulo: ci sarà ancora Dragowski in porta, con Pezzella e Milenkovic coppia centrale. Fuori, dunque, Martin Caceres, che potrà comunque tornare utile come jolly difensivo visto che può ricoprire sia il ruolo di centrale che quello di terzino. Sugli esterni, Biraghi a sinistra e Lirola, finalmente titolare fisso, a destra. Nel centrocampo a due, occhio al ruolo di Amrabat: è stato più volte elogiato da Prandelli prima che approdasse alla Fiorentina, difficilmente starà fuori. A fianco a lui, saranno in ballottaggio Pulgar e Bonaventura, con il primo favorito sul secondo e Duncan in netto ritardo rispetto a loro. Bonaventura, tendenzialmente, è più facile che possa essere usato come jolly sulla trequarti: qui, infatti, stazioneranno Ribery e Callejon sulle fasce con Castrovilli numero 10 puro, dunque l’ex milanista sarà utile come super-sub in corso d’opera. Occhio, poi, al ruolo di Kouamé: è probabile, dalle parole di Prandelli di qualche mese fa, che possa agire come Leao del Milan, stile seconda punta o esterno sinistro del 4-2-3-1 invece che come punta centrale. Il “9” vero sarà Vlahovic, attualmente in vantaggio rispetto a Cutrone: ma le gerarchie saranno tutte da scrivere.

Leggi anche:  Roma, Fonseca: "La squadra gioca bene e vince".

COME GIOCHERÀ LA FIORENTINA CON PRANDELLI (4-2-3-1): Dragowski; Lirola, Pezzella, Milenkovic, Biraghi; Amrabat, Pulgar (Bonaventura); Callejon, Castrovilli, Ribery (Kouamé); Vlahovic (Cutrone).

  •   
  •  
  •  
  •