Maietta su Juventus – Napoli: “Potrebbe esserci la ripetizione come forma risarcitoria”

Pubblicato il autore: Vincenzo Palumbo Segui

Angelo Maietta, membro del Collegio di garanzia del Coni, con le sue dichiarazioni riaccende la speranza dei tifosi del Napoli. La partita mai giocata tra gli azzurri e la Juventus e secondo la giustizia sportiva, vinta a tavolino per 3 a 0 dai bianconeri, non è ancora finita. Il triplice fischio su questa storia che oltrepassa lo sport, sembra ancora lontano.
Se i partenopei tramite l’avvocato Grassani hanno già annunciato di ricorrere contro la decisione della Corte d’appello della FIGC, a dare forza alla battaglia legale del Napoli sono le ultime parole rilasciate da Angelo Maietta.

La dichiarazione di Maietta

Angelo Maietta intervenuto a Radio Kiss Kiss, ha affermato: “Gli atti dell’ordinamento sportivo sono atti amministrativi e quindi sono impugnabili. Il Tar potrebbe avere una tutela risarcitoria nei confronti del ricorrente. Quindi potrebbe esserci la ripetizione come forma risarcitoria. Una volta presentato il ricorso e passati 15 giorni, il Collegio si pronuncerà entro 5 giorni per valutare se la Corte d’Appello ha operato in termini di legge. Gli organi di Giustizia Sportiva hanno il potere di mitigare le sanzioni, che sia sul punto di penalizzazione o sul 3-0 a tavolino ma questo dipende dagli elementi prodotti”. Il verdetto dovrebbe arrivare prima di Natale ma Angelo Maietta sottolinea che la Procura potrebbe valutare un ulteriore approfondimento: “Non posso esprimere valutazioni perché non sono ancora state prodotte le carte del ricorso. Il dolo descritto nelle motivazioni della sentenza della Corte d’Appello Figc potrebbe anche meritare un ulteriore approfondimento da parte della Procura”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Milan, Pioli è negativo al Covid: può tornare in panchina