Sconcerti: “L’Inter a questi livelli non ha rivali, ma il Milan ha più intensità. La Juventus..”

Pubblicato il autore: Gaetano Masiello Segui


Sconcerti, il punto sul nostro campionato nel suo Editoriale a “Il Corriere della Sera”.
Nel turno infrasettimanale di Serie A nelle prime due posizioni della classifica é cambiato ben poco con il Milan che conduce con 34 punti in testa alla classifica e l’Inter che insegue a 33 punti, mentre la vera e propria delusione di questa 14.a giornata é stata la Juventus che é sesta in classifica con 24 punti dopo la sconfitta interna contro la Fiorentina e dovrà recuperare il match contro il Napoli, dato che il ricorso al Collegio di Garanzia é stato accolto in favore degli azzurri.

Sconcerti, vede una “favorita” in questo campionato

Sconcerti elogia l’Inter di Antonio Conte: “I nerazzurri a questi livelli non ha rivali, il gol lo trova sempre. Bisogna far riferimento all’Inter in questo campionato. Non ha gioco, é lento ed é fatto di geometria basato su scatti e sul fisico e nel match di ieri contro il Verona, Lautaro é stato fondamentale. Quest’anno Conte é gestore del gioco, ha una squadra finalmente libera mentalmente, la nave va. Non ha più bisogno di essere marcata a uomo dal suo allenatore”.

Il Milan batte la Lazio, ecco cosa ne pensa Sconcerti: “I rossoneri hanno vinto contro la Lazio, vincendo una gara difficile. Ha ottenuto una vittoria importante, questo serve per pensare a qualcosa di grande. I rossoneri hanno un’ intensità di gioco che le altre non hanno. Questo é straordinario perché il Milan é una squadra di amici“.

La Juventus non convince, Sconcerti la pensa così: I bianconceri si dimenticano di inseguire. L’inserimento di Chiesa irrita Ronaldo perché il portoghese é chiuso e non riesce a segnare su azione, é la sesta volta che accade con Chiesa in campo. Alla Juve preferisco la continuità greve dell’Inter e l’idea folle del Milan“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Kaio Jorge: la Juve manda una lettera al Santos