Antonio Conte: “Orgoglioso di Eriksen e Perisic, sono soddisfatto”

Pubblicato il autore: Veronica Pecorilli Segui

Le dichiarazioni del tecnico nerazzurro Antonio Conte, non lasciano nulla al caso, si conferma soddisfatto e orgoglioso della sua squadra. Un riferimento in particolare va a Eriksen e Perisic, i quali stanno dimostrando un’enorme crescita in campo. Conte analizza il successo sul Milan e durante l’intervista a Sky Sport dichiara: “I miglioramenti mi rendono orgoglioso e mi lasciano più sereno, sono soddisfatto. Dedichiamo la vittoria ai nostri tifosi. Eriksen e Perisic? Il compito di noi allenatori è quello di portare tutti gli elementi della rosa a migliorare ed entrare nella propria idea. Siamo una squadra, c’è un’idea molto precisa: la crescita di Eriksen e Perisic e di tutti mi rende orgoglioso“.

Antonio Conte: dichiarazioni Christian Eriksen

Il tecnico nerazzurro dichiara: “A volte si esprimono giudizi affrettati, anche su Christian: Barella è arrivato e ha attecchito subito, altri hanno bisogno di tempo. Christian si è avvicinato a noi e non ho preclusioni nei confronti di nessuno. Io parto sempre dal presupposto il tempo è galantuomo. Quando mi chiedevano di Eriksen io dicevo che ci sono giocatori che attecchiscono subito, penso ad esempio a Barella e Bastoni, e altri che hanno bisogno di più tempo. Per Christian sicuramente ha inciso l’aver giocato in un campionato diverso e il non sapere la lingua, poi è dovuto entrare dentro una nuova idea di gioco. Oggi Eriksen è una mezzala un po’ atipica, ho cercato di fargli fare qualche partita anche da play, ma oggi è una mezzala atipica insieme a Brozovic. Si sgancia un po’ meno rispetto a Barella. È inevitabile che giocando col trequartista apporti lo schermo davanti ai due attaccanti che sono costretti a giocare un po’ più lontani. Abbiamo fatto anche delle buone partite col trequartista, ma eravamo un po’ meno equilibrati in fase difensiva. Christian si è messo a disposizione“.

Leggi anche:  "Pretendiamo le scuse da società, allenatore e squadra"

Dichiarazioni su Ivan Perisic

Conte prosegue: “Lo stesso vale anche per Ivan: l’anno scorso non aveva questa voglia di mettersi in discussione come quinto. Io l’ho sempre visto in quella posizione, ma se il giocatore non si rende disponibile o pensa di essere sfruttato… Invece ora si è messo a disposizione e oggi ha fatto una bella partita: ha potenzialità incredibili, deve credere più in se stesso. Tutti sono coinvolti, il gruppo è omogeneo. Anche Perisic è cresciuto molto, sta facendo davvero bene in quella posizione. Lavorando ci siamo trovati due giocatori in più a disposizione, è tanta roba. Il lavoro ha portato alla crescita di qualsiasi elemento. Questo lo stiamo facendo e mi rende orgoglioso, mi lascia più sereno nonostante sia stata un’annata particolare. Noi ora abbiamo due ali, anche Hakimi all’inizio ha fatto più di una panchina perché doveva capire bene la fase difensiva. Ivan all’inizio faceva fatica, ma in questa posizione ora sta facendo veramente bene. Lavorando ci siamo ritrovati due giocatori in più“.

  •   
  •  
  •  
  •