Caso Lazio Torino, parla Sconcerti: “Non finirà in quel modo”

Pubblicato il autore: Emanuela Francini Segui


Ancora aperto il caso Lazio Torino, Sconcerti dice la sua e non prevede un epilogo come per Juventus-Napoli.

Intervenuto ai microfoni di TuttoMercatoWeb Radio, il giornalista e direttore della stessa redazione Mario Sconcerti ha parlato della situazione tra i biancocelesti ed il Torino. La vicenda continua a dividere l’opinione pubblica, come successo in occasione della sfida tra Juventus e Napoli. Ora bisognerà cercare di capire se ci sarà un Juventus-Napoli parte due o si arriverà ad una soluzione pacifica.

Caso Lazio Torino, Sconcerti: “Epilogo differente”

Come detto prima, il caso Lazio Torino tiene divisa l’opinione pubblica, con molti che credono si arriverà allo stesso caos di Juventus-Napoli. Non è dello stesso avviso Sconcerti, che immagina un epilogo totalmente differente: “Un precedente solo non può fare legge – afferma il noto giornalista -. Peraltro non se c’erano due sentenze di condanna al Napoli e una per far rigiocare la partita. La motivazione dell’ultimo disse che la condanna era stata motivata ingiustamente dalla Corte d’Appello, che non ci fosse stato un giudizio sereno ma una condanna troppo pesante. Mi pare non si fosse entrati nel merito sul fatto se contasse più il parere della Asl o il patto tra calcio e Stato. Non sarei così sicuro che sia tutto automatico, e non siamo davanti a una pantomima: ci sono cose che vanno fatte, e infatti si presenta pure l’arbitro che è parte neutra. Se la Lazio non si fosse presentata avrebbe avuto anche lei partita persa, ci sono delle regole“.

Leggi anche:  Juventus, Pirlo sulla Superlega: "Agnelli ci ha parlato, ma noi pensiamo a qualificarci"

Ora bisogna vedere come andrà a finire la vicenda, se la partita verrà rigiocata oppure si andrà alla sconfitta per 3-0 a tavolino per il Torino. La palla passa in mano al Giudice Sportivo, con quest’ultimo che potrebbe prendersi una settimana supplementare per decidere. Intanto Lotito, presidente della Lazio si auspica che la partita si giochi e che non ci sia la decisione di deciderla a tavolino.

  •   
  •  
  •  
  •