Maradona Junior: “Io allenatore della Juventus? Manco morto”. Scintille con Massimo Mauro

Pubblicato il autore: Danilo De Falco Segui

Maradona Junior
Nel corso della puntata di Tiki Taka di ieri sera, noto programma sportivo condotto da Piero Chiambretti in onda su Italia Uno, è intervenuto come ospite Diego Armando Maradona Junior, figlio del grande Pibe de Oro. Maradona ha rilasciato alcune dichiarazioni riguardo il Napoli di Gattuso, la morte del padre e il suo desiderio di allenare in Serie A in futuro.

Maradona Junior, polemica con Massimo Mauro

Intervenuto dalla sua casa di Napoli, Maradona Junior ha subito risposto a una domanda di Piero Chiambretti riguardo il suo obiettivo di diventare allenatore: “Sì, provo a diventare un allenatore, un giorno spero di poter allenare in Serie A. Quello che non sono riuscito a fare da calciatore, lo farò da allenatore”. A quel punto, Chiambretti gli rivolge una domanda abbastanza provocatoria: “Se ti dovesse chiamare la Juventus, ci andresti ad allenarla?”. La risposta di Maradona è diretta e non lascia dubbi: Manco morto“. Poco dopo però sempre Maradona ha voluto aggiungere: “Prima di tutto, penso che Agnelli non mi prenderebbe. E, seconda cosa, ci sono altre 10mila squadre, perché dovrei andare proprio lì”.  In studio qualcuno ha sorriso a questa dichiarazione e qualcuno non l’ha presa proprio bene. Tra questi, l’ex calciatore Massimo Mauro ha bacchettato Diego, dicendo: “Manco morto però è una cosa bruttissima da dire, una bruttissima risposta”. Maradona si è difeso concludendo: “Era una battuta, un modo di dire”. A sua difesa è arrivato anche Chiambretti che ha spento subito la polemica così: “È un modo di dire, non facciamo i professori adesso”.

Inoltre Maradona, grande tifoso del Napoli, ha anche detto la sua riguardo la stagione del Napoli e dell’operato di mister Gattuso: “Durante la stagione c’è stato qualche problemino con la società ma credo che Gattuso stia meritando la conferma e spero possa restare anche in futuro. Anche se credo sia una pista poco percorribile”.

Sulla morte del padre e sulle inchieste aperte, invece, Diego si limita a dire questo: “Rimaniamo convinti di voler sapere tutta la verità, non è stato un caso, sicuramente. Siamo contenti dell’appoggio che tante persone stanno dando a noi come famiglia, che stiamo combattendo questa guerra per la verità”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Genoa-Milan, streaming e diretta tv Sky? Dove vedere Serie A