Inter-Sassuolo, ecco il vero motivo del rinvio

Pubblicato il autore: Mattia DElia Segui


Il match della ventottesima giornata di Serie A Inter-Sassuolo, in programma sabato 20 marzo, è stato rinviato a data da destinarsi. Le motivazioni? In casa nerazzurra continuano a crescere i positivi al covid-19: prima Danilo D’Ambrosio, poi Samir Handanovic e questa mattina sono risultati positivi anche Stefan De Vrij e Matias Vecino. In merito a questi dati, e la possibilità di un caso di focolaio all’interno del club nerazzurro, l’ATS di Milano ha imposto la sospensione immediata di qualsiasi attività della squadra per quattro giorni, e di conseguenza il divieto di disputa di Inter-Sassuolo e il divieto di rispondere alle convocazioni delle Nazionali.

Polemica sui social in merito al rinvio di Inter-Sassuolo

Sui social la notizia però non è stata presa bene, infatti i tifosi si chiedono: perché Genoa (con 17 positivi), Juventus e Milan (con 6 positivi per parte) hanno giocato? La maggior parte da la colpa ad Aurelio De Laurentis e accusa la società partenopea, insieme al Coni, di aver FALSATO il campionato (si parla del match rinviato contro la Juventus che ha dato vita a queste situazioni). In parte si può dire che è vero: infatti, dopo la sentenza di Juventus-Napoli il protocollo è stato messo da parte ed ormai tutto è in mano delle società e delle rispettive ASL.

Leggi anche:  Champions League, probabili formazioni Real Madrid Inter: de Vrij dalla panchina, Dumfries confermato

Ecco di seguito il comunicato dell’ATS Milano in merito al rinvio.

Inter-Sassuolo: il comunicato sul rinvio

“L’Ats di Milano, informata delle nuove positività, ha deciso quanto segue: sospensione immediata di qualsiasi tipo di attività della squadra per quattro giorni, domenica 21 marzo compresa; divieto di disputa di Inter-Sassuolo in programma sabato 20 marzo 2021; divieto di rispondere alle convocazioni per tutti i calciatori convocati dalle rispettive nazionali”.

  •   
  •  
  •  
  •