Lazio-Crotone, Inzaghi: “Faremo una partita da vera Lazio, vogliamo tornare alla vittoria”

Pubblicato il autore: Veronica Pecorilli Segui

Lazio-Crotone, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi ha un solo obbiettivo: far reagire la squadra. Manca poco alla prossimo match di 27^ giornata di Serie A del 12 marzo alle ore 15 contro il Crotone, a seguito di 2 spiacevoli sconfitte con il Bologna e la Juve. Sarà fondamentale affrontare l’Olimpico con la giusta mentalità. Durante l’incontro di Inzaghi ai microfoni di Lazio Style Channel, dichiara: “Loro hanno cambiato allenatore da poco e arrivano da una bella vittoria. Il Crotone gioca bene a calcio e farà di sicuro la sua partita, ma noi siamo reduci da un periodo delicato e dovremo approcciare bene la gara. Non sarà semplice ma vogliamo tornare alla vittoria“.

Lazio-Crotone: “Cercheremo di fare una partita da vera Lazio”

Lazio-Crotone, in vista del match tanto atteso, Inzaghi fa alcuni riferimenti alla cruda sconfitta con la Juventus. Dopo essere passati in vantaggio, i biancocelesti si sono fatti rimontare dal team di Pirlo: “Con la Juve abbiamo perso in malo modo, avevamo fatto i primi 35-40 minuti nel migliore dei modi ma una volta subìto il pareggio ci siamo disuniti. Quella partita però rappresenta il passato, la abbiamo analizzata come è giusto che sia e ora bisogna guardare al futuro, ovvero al Crotone. In questi giorni la squadra ha lavorato bene, oggi avremo l’ultima seduta che sarà utile per valutare chi sarà a disposizione. Cercheremo di fare una partita da vera Lazio“.

Leggi anche:  Serie A, il calendario 2022-23 è già un rompicapo

“Felice per Immobile, ha meritato la Scarpa d’Oro”

Il tecnico conclude con Lazio Style Channel con un pensiero per Ciro Immobile, da poco premiato con la Scarpa d’Oro per essere stato il miglior marcatore dei campionati europei nella passata stagione: “Ha meritato questa vittoria per il lavoro che ha fatto in tutti questi anni. Dell’uomo ha già parlato benissimo il presidente, io sono stato contento che ha ringraziato i compagni di squadra perché è anche grazie a loro se è riuscito ad ottenere un riconoscimento così importante“.

  •   
  •  
  •  
  •