Repice su Cagliari-Juve: “Ma quale furto, partita giustamente stravinta dai bianconeri”

Pubblicato il autore: Davide Roberti Segui

repice su cagliari juve
REPICE SU CAGLIARI JUVE, IL RADIOCRONISTA DELLA RAI PARLA DEL MATCH DI DOMENICA – Francesco Repice è una delle più grandi voci di sempre del celebre programma radiofonico Tutto il calcio minuto per minuto, che da oltre mezzo secolo ci racconta i match di Serie A. Tutt’oggi, dopo l’addio di Riccardo Cucchi, è la voce principale del nostro campionato su Radio Rai, e spesso è protagonista di diversi programmi in tv e online. Tifoso della Roma, questa settimana ha partecipato a Casa Juventibus, dove ha toccato anche la questione Cagliari-Juve, con il rosso non dato a CR7 che ha scatenato numerose polemiche anche sui social. Ecco cosa ha detto Francesco Repice su Cagliari Juve.

Repice su Cagliari Juve: “Non mi interessa degli arbitri, la Juve ha stravinto”

Il noto giornalista Rai Francesco Repice non ha voluto alimentare le numerose polemiche legate al mancato cartellino rosso per Cristiano Ronaldo. Il portoghese, reo di aver colpito al volto con una scarpata il portiere della formazione sarda Alessio Cragno, è stato nel mirino del web in questi giorni, visto che il direttore di gara Calvarese non ha estratto il cartellino rosso nei suoi confronti dopo tale intervento. Il match era sull’1-0, CR7 aveva già segnato una rete e avrebbe realizzato altri due gol, pertanto la sua mancata espulsione potrebbe aver pesato. Non la pensa esattamente così Francesco Repice, il quale si è pronunciato così alla domanda di Massimo Zampini: “Furtarello a Cagliari? Assolutamente no. E’ stata una partita stravinta, giustamente stravinta dalla Juventus. E poi io non parlo mai degli arbitri, se non per sfottò“. Insomma, il radiocronista non ha voluto gettare benzina sul fuoco, bensì ha preferito gettarci sopra una secchiata d’acqua riconoscendo comunque la maggior potenza della Juve che, oggettivamente, avrebbe meritato in ogni caso di vincere la partita della Sardegna Arena.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  L'Atalanta spinge su Boga: può arrivare già a gennaio
Tags: