Inter, Conte eguaglia Mancini e sancisce il record: nove vittorie consecutive

Pubblicato il autore: Veronica Pecorilli Segui

Inter Conte eguaglia Mancini

Inter, Conte eguaglia Mancini e così i nerazzurri si portano a casa il nono trionfo consecutivo in campionato, non accadeva dal lontano 2007: ben 14 anni fa. In quell’anno Roberto Mancini dirigeva il team neroazzurro, una stagione sudata e tanto desiderata, che si proclama vincente: 2 scudetti consecutivi. La vittoria contro il Bologna di Sinisa Mihajlovic sancisce un vero e proprio record in casa Inter, adesso la corsa è tutta in salita verso uno scudetto sempre più vicino.

Contro il Bologna si rivela comunque una vittoria sofferta, pesante per l’Inter sempre più capolista (+8 sul Milan, 1 match da recuperare). I nerazzurri superano 1-0 il Bologna grazie al gol alla mezz’ora del primo tempo dell’attaccante Romelu Lukaku.

Inter, Conte eguaglia Mancini: 2006/07 un anno imparagonabile?

Il tecnico Antonio Conte con la vittoria sul Bologna sancisce un vero record, ma è comunque difficile fare dei paragoni con la squadra dell’epoca, del lontano 2006/07. Un team governato da Zlatan Ibrahimovic dove l’Inter dominò l’intera Serie A. Oggi ritroviamo un campionato equilibrato che permette ai nerazzurri di raggiungere un alto risultato, atteso da 11 anni. Oggi con 8 punti di vantaggio sul Milan e 12 sulla Juventus, la strada verso il titolo si mostra in discesa. Le 9 vittorie consecutive nelle prime 9 gare rappresentano un record aggiunto, condiviso con la Juve di Allegri 2017/18 e con il Milan di Sacchi 1989/90.

Leggi anche:  Juve Stabia-Taranto, streaming gratis Rai Sport e diretta tv in chiaro. Dove vedere il match

Casa Inter: tabellino

BOLOGNA (4-2-3-1): Ravaglia; Tomiyasu (34′ De Silvestri), Danilo, Soumaoro, Dijks (80′ Juwara); Schouten, Dominguez (69′ Svanberg); Skov Olsen (80′ Orsolini), Soriano, Sansone (69′ Vignato); Barrow. A disposizione: Antov, Baldursson, Da Costa, Faragò, Poli. Allenatore: Mihajlovic.

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, Ranocchia, Bastoni; Hakimi, Barella (91′ Vecino), Brozovic, Eriksen (61′ Gagliardini), Young (71′ Darmian); Lukaku, Lautaro Martinez (71′ Sanchez). A disposizione: Darmian, De Vrij, Padelli, Pinamonti, Radu, Sanchez, Sensi, Vidal. Allenatore: Conte.

ARBITRO: Giacomelli di Trieste.

MARCATORI: 30′ Lukaku (I).

NOTE: Ammoniti Soumaoro, De Silvestri, Vignato, Juwara (B); Ranocchia, Brozovic, Bastoni, Gagliardini (I). Recupero: 3′ – 3′.

  •   
  •  
  •  
  •