Spezia, Italiano suona la carica: “Non ci accontentiamo del pari”

Pubblicato il autore: Realdo Amadio Segui


Vincenzo Italiano è pronto ad affontare l’Hellas Verona
. L’allenatore dello Spezia, è intervenuto nella consueta conferenza stampa alla vigilia della partita, presentando la delicata trasferta del Bentegodi. I bianconeri sono infatti quindicesimi in campionato e hanno soltanto due lunghezze di vantaggio dalla zona retrocessione. Le tre sconfitte subite nelle ultime cinque hanno complicato il cammino verso la salvezza, e ora gli uomini di Italiano rischiano di essere scavalcati da una delle tre squadre terzultime, Torino, Cagliari e Benevento.
Il Verona di Juric invece, viene da una serie di quattro sconfitte consecutive, ed è chiamato a vincere per non compromettere quanto di buono fatto fin ora, e finire di conseguenza nel lato destro della classifica.

 

Italiano non si fida del Verona: “L’avversario è forte”

Vincenzo Italiano ha presentato la sfida del Bentegodi, confortando la squadra in seguito alla sconfitta rimediata nella scorsa giornata con il Genoa: “Pensavo si potesse ottenere qualcosa in più in termini di prestazione, l’approccio non mi è piaciuto. Purtroppo non abbiamo mosso la classifica, ma domani dovremo essere diversi perchè l’avversario è forte”.

Il tecnico ha poi esortato la squadra a non avere l’ansia, in quanto fin dall’inizio del campionato si sapeva che la squadra avrebbe lottato fino all’ultima giornata per non retrocedere: “Dobbiamo essere liberi di testa e giocare con la massima qualità, senza avere la testa che pensa altrove.”

Anche se il pari potrebbe essere un buon risultato per la sua squadra, Italiano ha escluso la possibilità che lo Spezia si possa accontentare di un pareggio: “Io non preparo per i pareggi, dispiace perdere ma ci tengo a dire che in questo periodo dobbiamo essere molto attenti al pericolo. Accontentarsi del pareggio non è nostro DNA e lo abbiamo dimostrato fino all’ultima gara.”
Zola sarà della partita e tenterà di ritornare al gol: “Sono convinto che un gol possa sbloccarlo a livello mentale. Noi lo stiamo aspettando. Deve essere sereno come il resto della squadra e sono convinto che riuscirà a dare il suo contributo.”

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Bologna-Arnautovic è fatta: per la difesa uno tra Lyanco e Benatia
Tags: