Juve, conferenza stampa Pirlo: “L’obiettivo è arrivare più in alto possibile, sono contento del lavoro fatto”

Pubblicato il autore: Veronica Pecorilli Segui

Juve conferenza stampa Pirlo
Juve, conferenza stampa per Pirlo alla vigilia del match contro l’Atalanta utile per la corsa alla Champions. Il tecnico mette in chiaro l’obiettivo dell’intero team per la giornata di domenica alle ore 15.00 a Bergamo: ottenere una vittoria per la qualificazione alla prossima Champions League. Andrea Pirlo è pronto ad affrontare Gasperini, purtroppo con alcune rinunce: Cristiano Ronaldo out causa problema al flessore. Buone notizie per l’attaccante argentino Dybala, nuovamente titolare accanto a Morata.  Pirlo in conferenza stampa dichiara: “L’obiettivo è arrivare più in alto possibile. Vogliamo chiudere la stagione alla grande. Abbiamo lavorato bene in settimana, analizzando il tipo di calcio e le caratteristiche dell’Atalanta, pensando alle contromosse da adottare per la loro pressione feroce. Sono contento del lavoro fatto e fiducioso per domani“.

Juve, conferenza stampa Pirlo: quanti infortuni in casa bianconera?

Abbiamo una defezione importante: Cristiano Ronaldo non sarà della partita per un problema al flessore. Cerchiamo di recuperarlo per mercoledì. Il problema di è nato dopo la scorsa partita, ha lavorato un po’ in maniera differenziata, ma non è riuscito in settimana a spingere come riteneva opportuno e quindi preferiamo non correre rischi. Domani sarà titolare Dybala. Arthur e McKennie stanno bene e sono pienamente a disposizione per domani. Bonucci dopo il Covid sta facendo un lavoro specifico per tornare al top. Cristiano purtroppo ha giocato più di quel che era previsto in Nazionale, altrimenti sarebbe tornato prima. L’accumulo di stanchezza è un problema per tutti“.

Leggi anche:  Infortunio Mertens, il Napoli perde il belga dopo 7 minuti: le condizioni

Sul ruolo dei giovani nelle squadre europee e in quelle italiane

Dare fiducia ai giovani non è un azzardo e noi lo stiamo facendo, per esempio con Kulusevski. In Europa è successo in queste settimane, ma anche noi lo abbiamo fatto durante l’anno. Fagioli? Nel suo ruolo ha altri giocatori davanti, ma non ci sarebbe nessun problema nel poterlo vedere in campo“.

Quali gli obiettivi di fine stagione?

Abbiamo tutti in testa un unico obiettivo: arrivare più in alto possibile. Ci siamo ricompattati dopo la sconfitta col Benevento e il pareggio col Torino, abbiamo tanti punti di distacco dall’Inter, ma vogliamo chiudere alla grande il campionato“.

Sul valore della Dea

Chi ruberei a Gasperini? Sono tanti, dalla forza fisica di Zapata all’estro di Ilicic, fino a Pessina che sta facendo molto bene. Ma è inutile parlare dei singoli, l’Atalanta in questi anni ha fatto un grande percorso di squadra, che ha portato ottimi risultati e che valorizza anche i singoli. Hanno tanti ottimi elementi, rari in Italia, ma noi pensiamo soprattutto al loro collettivo“.

Leggi anche:  Paolo Bargiggia a SuperNews: "Inter, scudetto vinto con merito, ma il gioco di Conte è antico. Mourinho alla Roma? Scelta suicida"

Sul ruolo di Cuadrado

Può giocare sia alto sia basso e può essere una soluzione in entrambe le posizioni. Abbiamo pensato a varie situazioni“.

Sulla gara d’andata

Avevamo fatto una bella gara, tenendo un buon atteggiamento, e avevamo messo in difficoltà l’Atalanta con una pressione fatta bene. Loro ti portano a fare una gara di intensità e spero di rivederla domani“.

Sull’ipotesi del ritorno del pubblico

Siamo contenti che gradualmente si pensi a un ritorno del pubblico. È un bene per tutti e un bel messaggio non solo per il calcio, perché vuol dire che sta migliorando la situazione“.

  •   
  •  
  •  
  •