La favola di Eriksen: dalla quasi certa partenza al gol scudetto

Pubblicato il autore: Giuseppe Visco


La favola di Christian Eriksen sembra arrivare oggi al suo punto più alto. Col gol al Crotone del fantasista danese, l‘Inter di Antonio Conte si avvicina allo scudetto: basta solo un punto la prossima contro la Sampdoria o una non vittoria dell’Atalanta contro il Sassuolo.

La metamorfosi di Christian Eriksen

Con la partita di oggi, da subentrante, Eriksen stende il Crotone all’Ezio Scida (che oggi retrocede, raccogliendo molto meno di quanto seminato). Quella del danese è una favola a lieto fine, solo 6 mesi fa sembrava dover lasciare la società neroazzurra, oggi mette il sigillo su una partita che potrebbe aver portato lo scudetto. Col miglioramento di Eriksen è migliorata tutta la squadra di Conte, che grazie alle geometrie di Christian ha trovato la quadra a centrocampo.

Leggi anche:  Consigli Fantacalcio, i giocatori da acquistare all'asta di riparazione: ecco top e sorprese!

Eriksen, un cammino partito da lontano

Galeotto fu il gol in Coppa Italia contro il Milan al 96′ minuto: una punizione, marchio di fabbrica di Christian Eriksen, rilanciò il cammino della squadra neroazzurra. Da quel momento in poi è stato un crescendo a livello di prestazioni. E questo miglioramento è conciso con la presenza in campo di Eriksen, che da quella partita in poi, iniziò a vedere il campo sempre più frequentemente (ai danni di Vidal, che sembra vicino all’addio). Dalla partita con la Lazio in poi, Christian è stato sempre presente in campo, ad eccezione di oggi col Crotone. Ed è anche grazie al gol di Eriksen al Napoli che l’Inter oggi ha quasi lo scudetto in mano.

Questione mercato

Sei mesi fa sembrava essere Eriksen vicino all’addio (si parlava di PSG, Everton, Arsenal, Leicester e perfino di un ritorno al Tottenham). Oggi la situazione si è ribaltata, sembrerebbe essere Arturo Vidal l’uomo indiziato all’addio. Il centrocampo dell’Inter conta oggi sulle certezze Brozovic, Eriksen, Barella e un ritrovato Sensi.

Gagliardini
e Vecino potrebbero lasciare Milano, con varie voci di mercato: per il primo si parla della Fiorentina e del Torino, per il secondo della Roma e Atletico Madrid. Per quanto riguarda il mercato in entrata l’Inter sembrerebbe avere un budget pari a 0. Ausilio e Marotta pronti ad approfittare dei parametri zero in Europa. Voci accostano Maksimovic, Mandi, Mustafi e Hysaj. Poco probabili Depay, Wijnaldum e il Kun Aguero, parametri zero sì, ma con stipendi da capogiro.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: