Schiacciasassi Inter: 5-1 interno contro la Sampdoria

Pubblicato il autore: Giuseppe Visco Segui


Sarebbe stato bello per l’Inter poter festeggiare coi tifosi, ma così non è stato. La festa dei calciatori neroazzurri al termine della partita interna contro la Sampdoria di Ranieri ha sottolineato però l’importanza del trofeo per questo gruppo. Da Padelli a Pinamonti, da Lukaku a Eriksen, da Pinamonti a Gagliardini: tutti in festa, nessuno escluso.

Nessuna chance per la Sampdoria

Sul punto di vista tecnico e tattico la squadra di Antonio Conte si è dimostrata nettamente superiore alla Samp che ha subito le scorribande dei calciatori neroazzurri, che già al 4′ erano in vantaggio grazie alla rete di Gagliardini, dopo un ottimo inserimento. Alla mezz’ora il punteggio era già 2-0 per i neroazzurri grazie alla rete di Sanchez al 26′. Al 36′ la doppietta del cileno intervallata dal momentaneo 2-1 di Keita (dopo uno svarione difensivo). La chiudono nel secondo tempo Pinamonti, entrato da 5 minuti, e Lautaro Martinez su calcio di rigore, fissando il punteggio finale sul 5-1.

Leggi anche:  Nico Gonzalez alla Fiorentina: cifre e dettagli dell'accordo

Inter, l’importanza delle “riserve”

Mai come quest’anno il valore degli uomini in panchina si è rivelato decisivo. A partire da Sanchez, definito un “sostituto” ma che ha mostrato la sua importanza in questa rosa e quando è stato chiamato in causa ha sempre dato il suo decisivo apporto; Eriksen, partito da panchinaro e divenuto da gennaio in poi una certezza; Gagliardini che, nonostante le poche presenze, ha sempre dato il suo contributo. Stesso discorso per Young, che negli ultimi periodi aveva perso il suo ruolo da titolare a vantaggio di Perisic, e Sensi, che nelle ultime partite ha messo minuti nelle gambe e qualità in campo. Discorso a parte Pinamonti, che prima di oggi era stato schierato in campo per un totale di 58′, che segna dopo 5 minuti in campo. Esordio annuale anche per Radu che fa rifiatare Handanovic (e potrebbe prendersi il posto da titolare l’anno prossimo).

Leggi anche:  La bomba di Pedullà: "Gattuso ad un passo dalla Juventus, poi però..."

Chapeau Ranieri

La squadra Sampdoria ha concesso la passerella alla squadra di Conte al suo ingresso in campo. Gesto che sottolinea quanto Ranieri sia un uomo prima che allenatore, di caratura altissima. L’ennesimo gesto spettacolare di un uomo che ha scritto probabilmente la più bella favola del calcio col Leicester.

  •   
  •  
  •  
  •