Salvezza per il Torino, 0-0 con la Lazio. Benevento in Serie B

Pubblicato il autore: Julia Gambuzza Segui

Con una giornata d’anticipo il Torino è matematicamente salvo. Ai granata bastava infatti un solo punto per rimanere ancora in Serie A. Termina 0-0 un Lazio-Torino combattutto fino alla fine: tanti errori arbitrali ma soprattutto rammarico e delusione per il rigore sbagliato da Ciro Immobile e il palo di Lazzari negli ultimi istanti del match. I biancocelesti di Simone Inzaghi erano scesi in campo con una precisa richiesta da parte di Simone Inzaghi, fratello di Pippo Inzaghi, allenatore del Benevento: vincere la partita. Una vittoria avrebbe infatti regalato al fratello un’ultima possibilità per la lotta salvezza durante l’ultima giornata di campionato, contro il Torino. Adesso il Benevento è aritmeticamente retrocesso in Serie B.

Salvezza Torino, le dichiarazioni di Nicola

Davide Nicola, uomo delle salvezze, ai microfoni di SkySport non nasconde la soddisfazione: “Questa è stata la salvezza più complicata, per tante dinamiche. Chi conosce questo ambiente lo sa. Alla fine, però, abbiamo ottenuto quello che avevo chiesto ai ragazzi. Dispiace perchè ci saremmo potuti arrivare prima: purtroppo tra mille dinamiche e il Covid siamo stati più in difficoltà. Siamo comunque arrivati qui a Roma: abbiamo visto il Papa e siamo contenti. La Lazio ha giocato fino alla morte e sono molto contento di questo. La salvezza è stata la parte più difficile perchè questa piazza è molto importante e molto esigente. Rappresentare questa maglia è molto importante e non c’è salvezza senza sofferenza. Sul futuro? Abbiamo l’ultima partita e dobbiamo giocarla più tranquilli perchè ormai siamo salvi. Per rispetto dei nostri tifosi, della società e dei tifosi adesso dobbiamo pensare solo alla prossima partita, per il futuro ci sarà tempo.”

Benevento in Serie B, la delusione di Simone Inzaghi

Inzaghi, anch’esso ai microfoni di Skyport, ammette il dispiacere per la retrocessione del fratello: “Futuro? Domenica finiamo il campionato, la prossima settimana ci vediamo con la società e prenderemo le giuste decisioni. Con Tare abbiamo un rapporto fraterno. Spiace per mio fratello, ma è stata una partita vera.”

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Eriksen, l'agente racconta: "Christian non molla"