Addio Dybala, retroscena sull’incontro: parole forti di Cherubini

Pubblicato il autore: Emanuela Francini

addio dybala
Era ormai nell’aria: l’addio Dybala alla Juventus. Dopo settimane di rumors, notizie, incontri e trattative, il rinnovo non si farà, con la conseguenza partenza a zero dell’argentino. L’ultimo incontro con l’agente del giocatore ha decretato ufficialmente la fumata nera, con la dirigenza che ha deciso di non puntare su di lui. La Joya paga a caro prezzo una precarietà fisica che più volte l’hanno costretto a restare ai box, collezionando in due anni 36 partite non giocate. Questo ha spinto la Vecchia Signora verso nuove soluzioni, perché le incognite sono troppe per un giocatore che va verso i 29 anni. Sulle testate si fanno già i nomi dei possibili sostituti, come quello di Zaniolo.

Addio Dybala, Cherubini: “è inutile che ci rivediamo”

Un addio premeditato e che la Juventus studiava ormai da tempo. Dybala non era più al centro del progetto, diventando la pedina da sacrificare dopo l’arrivo di Vlahovic. Con il serbo perno del nuovo corso bianconero, l’esigenza di avere in squadra la Joya non si faceva più sentire.

Leggi anche:  Asta di Riparazione Fantacalcio, i giocatori da acquistare: ecco i consigli, top e sorprese!

C’è un retroscena sull’incontro tra l’entourage del giocatore e la dirigenza. Secondo quanto riferito da La Repubblica, al telefono il ds Cherubini non avrebbe lasciato spazio ad interpretazione ad Antun. Il dirigente ha gelato il procuratore: “E’ inutile che ci rivediamo: non abbiamo proprio intenzione di tenerlo“. Parole che sanno di condanna, annunciando la scelta di non puntare più su Dybala, spiegando la nuova strategia e i parametri per il rinnovo di contratto.

  •   
  •  
  •  
  •