Cassano va contro Allegri: “Non mi chiama più, non me ne frega un c***o. Sei un bugiardo”

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto

cassano

Cassano non le manda a dire a Massimiliano Allegri.

La sconfitta contro l’Inter della Juventus ha aperto un lungo dibattito, in primis sul rigore non dato ai bianconeri. Sotto inchiesta, però, la gestione deludente di Massimiliano Allegri, chiamato a salvare le sorti della squadra dopo il fallimento di Sarri e Pirlo. Una stagione no ai livelli della ex squadra campione d’Italia, che ha generato il malumore dei tifosi.

Chi non è contenta della gestione del tecnico livornese è Antonio Cassano. A BoboTv il barese si è tolto qualche sassolino dalla scarpa. “Il signor Allegri, apro e chiudo parentesi, da quando io faccio la Bobo TV non mi chiama più. Non mi manda più messaggi, si sarà offeso e non me ne frega un cazzo, perché prima della Bobo TV diceva ‘Sì, Antò, numero uno, numero uno’. Perfetto. Poi io dico il mio pensiero, non me ne frega un cazzo, vivo lo stesso e anche molto bene“.

Cassano verso Allegri: “Sei un bugiardo”

FantAntonio è un fiume in piena: “Allora lui fa questa intervista dove dice ‘anche Guardiola che è un allenatore straordinario ha comprato un portiere dove fa i lanci di 80 metri’. Il Manchester City è l’ultima squadra nel campionato più bello e importante del mondo, che lancia la palla. Allora, Allegri, oltre alle tue solite bugie che dici ogni volta a noi e ai tanti tifosi che ci sono in Italia, questa è una merdata che tu dici – attacca Cassano – Il Manchester City prima di lanciar la palla gli devi sparare addosso. Non puoi permetterti di dirlo all’allenatore che ha insegnato a tutti voi, te in primis, come si gioca a calcio. […]Questa è l’ennesima bugia“.

Leggi anche:  Amichevoli Juventus estate 2022: calendario, date e orari delle partite in programma

Poi l’ex fantasista della Nazionale torna al capitolo relativo al rendimento stagionale della Juventus e ci va già durissimo: “Poi tu continui anche con le dichiarazioni dopo la partita con l’Inter, tu dici ‘stiamo programmando per l’anno prossimo per lottare per il campionato‘. Ti voglio fare una domanda caro Allegri. Hai l’ala sinistra più forte in circolazione, Chiesa, che forse te lo sei scordato, hai Cuadrado, un signorissimo giocatore, hai il centravanti più forte, cosa ti serve per lottare per lo Scudetto? Una bugia più grande non la potevi dire, sai perché? Perché hai paura che ti mandan via ed è molto probabile che ti possano mandare via, perché quest’anno hai fallito tutti gli obiettivi.

“In Champions League sei andato fuori con una squadra nona in campionato spagnolo, nona! Che è il Villarreal, che ti ha dato una rumba andata e ritorno… nona! Ti rimane solo la Coppa Italia e il quarto posto. E poi abbiamo rotto i coglioni, oppure qualcuno amico di giornalisti ha rotto il cazzo a Pirlo, che l’anno scorso è arrivato quarto oppure a Sarri mandato via perché ‘eh, non è più il Sarri del Napoli, ha fatto male’, ha vinto uno Scudetto e gli avete rotto i coglioni, perché Sarri non lecca il culo”.

Leggi anche:  Mourinho: "Se ami il calcio, non senti l'età. Non guardarli come se fossero tutti uguali"

“Dimettiti” il consiglio dell’ex calciatore

Cassano vorrebbe le dimissioni del tecnico: “Allora io dico a te Allegri: un pochettino, un minimo di dignità nella vita ci vuole anche, guardarsi allo specchio […]. Io, Antonio Cassano, se faccio una figura del genere sono il primo che vado da Andrea Agnelli e gli dico ‘Andrea, grazie, rescindiamo il contratto oppure troviamo una soluzione, io dall’anno prossimo vado ad allenare un’altra squadra se ci saranno le opportunità’, visto che hai detto che ti cercavano il Real Madrid e il Manchester United, ma queste squadre se vogliono un allenatore lo prendono“.

Quest’anno hai fatto un campionato di merda – conclude Fantantonio la sua arringa – lottare per il quarto posto o per il terzo significa aver fallito e andare fuori in Coppa dei Campioni col Villarreal che è nono in classifica con mille problematiche, dove ti ha fatto fare la partita e perdi 3-0 in casa e vai fuori, e potresti vincere – e ne dubito – una Coppa Italia, io mi guarderei allo specchio, Antonio Cassano, e direi ‘mi vergogno’ e me ne vado via”.

“Però siccome io, e parlo per me stesso, se faccio figure di merda me ne vado, ho dignità, tantissima, sono un uomo che ha i coglioni anche, e non vado dietro ai soldi o dietro ai pareri positivi, io sono un uomo con la U maiuscola e ha i coglioni, dovresti fare anche tu un passo indietro e dire ‘ ho fatto schifo, grazie ragazzi, e l’anno prossimo ci sarà un altro allenatore alla Juve’…”.

  •   
  •  
  •  
  •