Striscioni contro Zhang anche in piazza Duomo: la Curva Nord si schiera contro Suning

Pubblicato il autore: Giuseppe Visco


“Zhang vattene” ecco quello che recitano gli striscioni affissi dalla Curva Nord dell’Inter comparsi in tutta Milano. La Curva Nord, che si firma CN69, ha deciso di esporsi apertamente e esprimere il proprio malcontento nei confronti della società, colpevoli di non essere in grado di gestire una squadra come l’Inter.

Zhang mette in vendita l’Inter

Nel frattempo, non è una novità, il presidente Zhang ha messo in vendita l’Inter. Zhang vorrebbe 1,2 miliardi ma le offerte latitano. O meglio, mancano le offerte pari al valore richiesto dal presidente neroazzurro. Il fondo Pif così come Bc Partners si erano fatti avanti con qualche proposta, andata nel dimenticatoio per motivazioni differenti. E a marzo 2023 Zhang sarà presente in tribunale a Milano, chiamato in causa dalle banche creditrici.

Leggi anche:  Calciomercato Lecce: rinnovo importantissimo fino al 2027 per il gioiellino del centrocampo

Rabbia dei tifosi

La tifoseria dell’Inter, però, non ha aspettato a far sentire la sua voce. Stanchi della gestione della squadra e soprattutto delle sessioni di mercato. Dopo aver vinto lo scudetto con Conte, i tifosi si aspettavano un grande futuro per la squadra e invece, l’estate stessa, sono stati ceduti due pezzi da novanta, Lukaku e Hakimi, sostituiti con maestria da Marotta con Dzeko e Dumfries. E infatti ai dirigenti neroazzurri sono state rivolte parole di elogio, riconoscendo loro un ottimo lavoro. Le colpe della situazione negativa che sta vivendo l’Inter non sono da dare in toto a Simone Inzaghi, bensì alla società. Infatti per Suning solo critiche e nel frattempo anche sui social impazza l’hashtag #zhangvattene.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: