Juve al CONI: l'udienza termina con un colpo di scena


L'udienza presso il Consiglio di Garanzia del CONI, che è chiamato a decidere sul ricorso presentato dalla Juventus contro la sentenza che ha inflitto 15 punti di penalizzazione, è durata quasi tra ore.
Il consiglio,  presieduto da Gabriela Palmieri Sandulli, ha sciolto la camera di consiglio poco dopo le 19, aggiornandosi a domani.

Penalizzazione Juve: ora che succede?

Oggi il CONI avrebbe dovuto prendere una decisione riguardo la penalizzazione inflitta alla Juve lo scorso 20 gennaio. Il collegio si è tenuto a Sezioni Unite. In rappresentanza del club bianconero erano presenti gli avvocati: Maurizio Bellacosa, Angelo Clarizia, Nino Paolantonio, Davide Sangiorgio e il presidente Gianluca Ferrero; la FIGC non si è invece costituita in giudizio, lasciando il ruolo di controparte alla procura dello sport tramite il prefetto Ugo Taucer.

Leggi anche:  Carrarese-Juventus NG, streaming gratis e diretta tv Rai Sport? Dove vedere playoff Serie C

Nella sostanza la Juve ha chiesto l'annullamento della sentenza senza rinvio; al contrario il procuratore, ha suggerito "il rinvio alla Corte d'Appello per  una carenza di motivazione riguardo la penalizzazione dei punti, che deve essere rivalutata."
Tutto ciò è derivato dall'azione degli avvocati della squadra torinese, che hanno fatto valere le loro motivazioni.
L'avvocato Bellacosa è stato il primo richiedere l'annullamento senza rinvio, ritenendo la sentenza della FIGC "piena di errori" e affermando che siano stati violati i "principi basilari del sistema sportivo".

Alla luce di quanto successo nelle scorse ore, appare praticamente impossibile che il Collegio respinga il ricorso bianconero. Le alternative sarebbero la restituzione definitiva dei 15 punti o il rinvio alla Corte con la restituzione momentanea di tutti i punti, in attesa di giudizio.

Leggi anche:  Serie A, probabili formazioni Empoli-Roma: le scelte di Nicola e De Rossi