Juventus, nuova indagine della Procura sul bilancio 2022

Ancora occhi puntati sulla Juventus, con la Procura di Roma che ha aperto un'indagine sul bilancio approvato dai bianconeri il 30 giugno 2022. Nel frattempo, proprio la Procura ha ratificato il termine delle vecchie indagini riguardo il caso plusvalenze.

Ancora la Juventus sotto la lente di ingrandimento della Procura di Roma, che dopo aver notificato ieri l'atto di chiusura delle indagini per le plusvalenze e la manovra stipendi, ha aperto una nuova indagine sul bilancio approvato il 30 giugno 2022 dalla società bianconera. All'interno di questo nuovo fascicolo, che sembra coinvolgere gli ex vertici del club, finiranno tutti gli atti che la Procura aveva richiesto di acquisire lo scorso 6 dicembre.

Juventus, cosa succede con la nuova indagine della Procura?

Particolare focus del fascicolo sulla nota integrativa, prodotta a fine novembre 2022 nello stesso consiglio straordinario che aveva ratificato le dimissioni di tutti i vertici del club. Proprio loro, i cui nomi non sono ancora chiari e che erano a conoscenza del procedimento allora condotto dalla Procura di Torino, sarebbero accusati di non aver recepito con quel documento parte delle contestazioni già formalizzate.

Leggi anche:  Serie A, probabili formazioni Lecce-Atalanta: le scelte di Gotti e Gasperini

Si tratta così di una nuova indagine rispetto all'inchiesta Prisma, i cui faldoni sono giunti a Roma al termine della sentenza della Cassazione. Il club bianconero, tuttavia, non dovrebbe rischiare nulla di nuovo sul piano sportivo, in quanto le accuse riprendono le stesse già presentate tempo addietro dalle procure di Torino e di Roma.

Nel frattempo, anche la Juventus ha diffuso una nota in cui chiarisce il termine delle vecchie indagini: "Juventus Football Club S.p.A. (“Juventus” o la “Società”), facendo seguito al comunicato stampa del 6 dicembre 2023, comunica di aver ricevuto in data odierna la notifica dell’avviso di conclusione delle indagini preliminari da parte della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma (l’“Avviso”), alla quale sono stati trasmessi gli atti relativi alle indagini svolte dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino, dichiarata incompetente dalla Corte di Cassazione all’esito dell’udienza del 6 settembre 2023".

Leggi anche:  Lecce-Atalanta, streaming e diretta TV: Sky, NOW o DAZN? Dove vedere Serie A