Inzaghi: "Vittoria straordinaria"

La vittoria contro il Bologna porta la compagine neroazzurra momentaneamente a +18 dalla Juventus. Nonostante il turnover, la squadra di Inzaghi ha battuto una delle formazioni più in forma del campionato grazie alla rete di testa di Bisseck nel primo tempo

Quello che si presenta in conferenza stampa è un Inzaghi soddisfatto e orgoglioso della sua squadra. L'Inter sbanca il Dall'Ara per 0-1 con rete di Bisseck di testa, portandosi momentaneamente a +18 dalla Juventus che affronterà l'Atalanta in questo turno di Serie A. La prestazione dell'Inter nel primo tempo permette alla compagine neroazzurra di imporsi contro un Bologna ostico e che non smette mai di crederci. Per l'Inter decima vittoria consecutiva in Serie A e Sommer raccoglie l'ennesimo clean sheet della stagione. Nonostante il turnover, i neroazzurri riescono a vincere anche contro il Bologna portando a casa 3 punti fondamentali. Lautaro Martinez, dopo due anni, resta in panchina per tutta la gara facendo spazio a Thuram, rientrato dall'infortunio, e a Sanchez. Arnautovic, subentrato, esce al 90' per infortunio e pare sicura la sua assenza contro l'Atletico Madrid in Champions.

Leggi anche:  Tudor: "L'Europa League è un bel traguardo. Vogliamo fare una squadra forte, su Kamada vedremo se..."

Inzaghi in conferenza: "Grande gara"

Le parole del tecnico neroazzurro hanno sottolineato l'importanza della partita: "Il merito è dei ragazzi ma ero abbastanza fiducioso perché giovedì e venerdì si sono allenati nel migliore dei modi. Abbiamo affrontato una squadra di assoluto valore che non perdeva qui in casa dal 18 agosto: abbiamo fatto una grande partita di squadra [..] Tenevamo tantissimo a questa gara preparata in quattro giorni, non era semplice. Abbiamo fatto un primo tempo straordinario dove avevamo meritato il vantaggio, nel secondo tempo abbiamo sofferto tutti insieme da squadra. È una vittoria che ci tiene in vantaggio sulle inseguitrici sapendo che manca una gara in meno". Sulla panchina di Lautaro ha commentato così: "Lautaro vorrebbe giocare sempre ma è uno di quei giocatori che aveva bisogno di un turno di riposo completo. Poi ovviamente qualcosina noi allenatori la pensiamo prima, ho avuto il ballottaggio fino all'ultimo tra Sanchez e Arnautovic, ma abbiamo ancora tante partite e bisogna ottimizzare le forze".

Leggi anche:  Ballardini: "Ogni partita conta anche se si è retrocessi. Tanti giocatori si sono ritrovati in una situazione..."