Espulsione Tameze, Cesari non ha dubbi: "Ferrieri Caputi è stata bravissima, Lovato è lontano e Mkhitaryan può..."

Le parole dell'ex arbitro genovese, atttuale opinionista Mediaset per i casi di moviola, con le quali spiega il motivo per cui l'espulsione del calciatore granata su Mkhitaryan lanciato a rete è stata corretta e dove fa i complimenti a Ferrieri Caputi.

Nel lunch match della 34.a giornata del campionato di Serie A giocato allo stadio "Giuseppe Meazza" tra Inter-Torino e vinto dalla squadra nerazzurra per 2-0, grazie ad una doppietta di Calhanoglu al 56' e 60' (su rigore), ci sono state parecchie polemiche per l'espulsione del granata Tameze al minuto 48 per fallo da ultimo uomo su Mkhitaryan, che l'arbitro livornese Ferrieri Caputi ha decretato solo dopo la chiamata del VAR, visto che inizialmente aveva dato solamente il cartellino giallo.

La squadra piemontese ha protestato molto per questa decisione che ha cambiato l'inerzia della partita, che fino a quel momento era in sostanziale equilibrio. Nei salotti televisivi, questo episodio è stato giudicato in maniera diversa e mentre per Luca Marelli di DAZN la decisione è stata errata (per lui bastava l'ammonizione), per l'ex arbitro Graziano Cesari, attuale opinionista Mediaset per i casi di moviola, il cartellino rosso mostra al calciatore del Torino, è stato giusto cambiare il colore del cartellino.

Leggi anche:  Serie A, probabili formazioni Salernitana-Verona: le scelte di Colantuono e Baroni

Espulsione Tameze, le parole Graziano Cesari

"Ferrieri Caputi è stata bravissima. Estrae il giallo, ma non vede il fallo. Al var ci mette 5 secondi per cambiare il colore del cartellino. Il corpo di Tameze copre le gambe di Mkhitaryan. Lovato è lontano, Mkhitaryan può segnare, il pallone non va in un’altra direzione ma rimane nella sua disponibilità. Benissimo Di Paolo".