Nicola: "Peccato non aver raccolto punti, dobbiamo diventare più cinici sottoporta. Abbiamo..."

Le parole dell'allenatore della squadra empolese dopo la sconfitta allo stadio "Olimpico" di Roma contro la Lazio con il punteggio di 2-0. Ora i toscani dovranno guadagnarsi la salvezza, nelle ultime due giornate contro Udinese (in trasferta) e Roma (in casa).

Allo stadio "Olimpico" di Roma l'Empoli ha perso per 2-0 contro la Lazio (che ha realizzato le reti con Patric e Vecino) il nel match valevole per la 36-a giornata del campionato di Serie A, rimanendo così a 32 punti, in attesa delle altre sfide.

Per la squadra toscana si prospetta un finale di stagione al cardiopalma, a cominciare da domenica prossima (ore 15) con la sfida salvezza da giocare in Friuli contro l'Udinese, in un autentico spareggio. Utima giornata al "Castellani" contro la Roma. Di seguito vi riportiamo la dichiarazioni post partite del tecnico Davide Nicola.

Leggi anche:  Lecce-Atalanta, streaming e diretta TV: Sky, NOW o DAZN? Dove vedere Serie A

Davide Nicola, le sue dichiarazioni post partita

"La squadra è viva, abbiamo finito con tanti attaccanti e in alcune partite è giusto forzare un po’. Peccato non aver raccolto punti, dobbiamo diventare più cinici sottoporta. Oggi il migliore in campo è stato Mandas, ma secondo me non si è vista la differenza che c’è in classifica. Settimana prossima c’è una partita importantissima che determinerà poi l’ultima giornata. Fisicamente stiamo bene, abbiamo iniziato a lavorare sotto questo aspetto da mesi in vista del rush finale. E sono convinto che con questa mentalità abbiamo la possibilità di raggiungere l’obiettivo. Niang? Ha avuto qualche problemino al polpaccio, abbiamo dato fiducia a Caputo e Destro che hanno fatto tutta la settimana“.