Montella affonda con il Siviglia, l’ex Milan chiede scusa ai tifosi. Inzaghi vola con il Venezia

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui


Montella, che scoppola con l’Eibar.
Una sconfitta pesantissima, umiliante. Questa l’estrema sintesi dell‘1-5 subito dal Siviglia di Vincenzo Montella sul campo dell’Eibar. Dopo il buon pareggio esterno in Coppa del Re contro il Leganes arriva un brusco stop per l’ex allenatore del Milan. Quattro punti in cinque partite, questo il ruolino di marcia del Siviglia in Liga dall’arrivo dell’Aeroplanino in panchina. Non proprio quello che i dirigenti del Siviglia si auguravano, dopo aver esonerato Berizzo. Il match contro l’Eibar è stato segnato fin dall’inizio. Un’incertezza del portiere Rico, ha lasciato via libera al gol di Kike. I baschi hanno continuato ad imperversare per tutto il campo, raddoppiando con Orellana. Il Siviglia è rientrato in partita solo grazie ad un dubbio rigore realizzato da Sarabia. Il primo tempo però si chiude sul 3-1 per la rete di Ramis. Montella nel secondo tempo prova raddrizzare la situazione con Banega e Muriel, ma il dominio Eibar continua. I padroni di casa vanno a segno altre due volte, con Orellana e Arbilla.

Montella ha chiesto pubblicamente scusa ai tifosi del Siviglia. A parziale scusante per il tecnico italiano ci sono le numerose assenza per gli andalusi. Soprattutto in difesa. L’allenatore sivigliano ha anche parlato delle ridotte dimensioni del terreno di gioco dell’Eibar. Ma i baschi sono al terzo campionato di Liga consecutivo, quindi non sono più una sorpresa per nessuno. Il Siviglia ora è al sesto posto in classifica, a meno 5 dal Real Madrid. Gli uomini di Zidane hanno anche una partita da recuperare. E tra due settimane arriva al Sanchez Pizjuan arriva il Manchester United di José Mourinho. Suerte Vincenzo.

Montella affonda, Inzaghi vola con il Venezia

Per un ex allenatore del Milan che ha vissuto un brutto sabato, ce n’è un altro che invece può avere un largo sorriso. Pippo Inzaghi infatti vince e convince con il suo Venezia. I lagunari battono per 3-1 il Bari di Fabio Grosso. L’ex bomber del Milan vince il duello tra campioni del mondo ed entra in zona-playoff. Primo tempo a senso unico con il Venezia che va avanti di tre reti. Una doppietta del neo-arrivato Litteri e un gran gol di Stulac. Nella ripresa gli uomini di Inzaghi controllano, tranne subire il gol di Sabelli a mezz’ora dalla fine. Lo stesso Litteri è stato espulso al 66′ per doppia ammonizione. Ma oramai era troppo tardi per una rimonta dei galletti.

Con questa vittoria il Venezia agguanta proprio il Bari a quota 35 punti, all’ottavo posto in classifica, l’ultimo utile per disputare i playoff. Inzaghi ottiene la seconda vittoria consecutiva e può guardare con buon ottimismo al proseguimento del campionato. Nel prossimo turno i lagunari sono attesi dall’ostica trasferta contro lo Spezia. Anche in quell’occasione Inzaghi avrà di fronte un ex compagno di squadra. Quel Fabio Gallo che faceva legna a centrocampo, mentre Pippo segnava a raffica nell’Atalanta 1996/1997 di Emiliano Mondonico. Il tecnico ligure però spera di non fare come Grosso. Ex compagni sì, benefattori no. Anche questo è il calcio.

  •   
  •  
  •  
  •