Esposito, tanta panchina e lamentele sui social: è già un caso?

Pubblicato il autore: Giuseppe Colicchia Segui

Sebastiano Esposito sta vedendo sempre meno il campo e adeso rischia di diventare un caso, tra spogliatoio e mercato. Il calciatore è di proprietà dell’Inter, squadra dove è cresciuto e poi ha esordito in Europa League, Champions League e Serie A, riuscendo a realizzare anche un gol tra i professionisti (grazie al calcio di rigore gentilmente concesso da Romelu Luaku contro il Genoa).

Questa estate la decisione del club meneghino: mandarlo in prestito per una stagione, farlo ambientare maggiormente nel calcio dei grandi, fargli fare le ossa dandogli maggiori chance di giocare di quante ne avrebbe trovate in nerazzurro. Tra le varie pretendenti era stata la Spal a spuntarla: per Sebastiano una grande occasione quella di confrontarsi con giocatori di livello nel campionato di Serie B, in una squadra appena retrocessa dalla Serie A e con grande voglia di ritornare nella massima serie. La stagione era cominciata discretamente bene, molte presenze anche da titolare, approfittando degli acciacchi dei compagni di reparto Floccari e Paloschi. Molti gli ingressi a partita in corso e la gioia del primo gol realizzato con la maglia della Spal il 21 Novembre contro il Pescara.

Leggi anche:  Calciomercato Inter, Nández sempre più vicino

I numeri del mese di Dicembre e le lamentele social

A Dicembre il mese più buio della stagione. Le scelte di Marino sono sempre ricadute tra i due centravanti di maggior esperienza Floccari e Paloschi: i due si sono alternati spesso, anche a partita in corso, facendo una sorta di staffetta. A farne le spese è il ragazzo di Castellamare di Stabia che resta per intere partite seduto in panchina, per poi sfogare la sua frustrazione sui social con alcune lamentele seppur simpatiche.
La prima partita del mese di Dicembre è quella contro il Pisa (Esposito entra all’82esimo), poi il Cittadella (entra all’80esimo) e il Chievo Verona (entra al 73′).

Da questo momento in poi i minuti giocati nelle restanti 4 partite saranno pari a zero. Chiaramente non è facile per nessuno riuscire a prevalere su attaccanti con una carriera importante come Flocccari e Paloschi, tuttavia gli stessi attaccanti più esperti non hanno fatto tanto meglio dell’attaccante classe 2002: 3 gol e 1 assist per Paloschi, 0 gol e 0 assist per Floccari. E mentre anche i tifosi della Spal chiedono a gran voce di far giocare Esposito, insoddisfatti delle prestazioni degli altri centravanti, Sebastiano si lascia scappare qualche frecciatina sui social con storie Instagram talvolta rimosse dopo pochi minuti.
La prima di queste è una foto scattata direttamente dalla panchina con la scritta “Affezionato“, taggando il compagno di squadra Brignola e aggiungendo l’hashtag #mnuncver. Successivamente, da buon campano, ha cominciato a rivolgersi (forse scherzosamente) a San Gennaro: “San Gennà miettece ‘a mana toja!” e #sangennapienzctu. Infine, le foto prese dalle sessioni di allenamento, accompagnate dalla canzone “Non mollare mai” di Gigi D’Alessio, citando la frase: “Tieni duro e aspetta quel momento prima o poi, finché vita avrai“.

Leggi anche:  Calciomercato Inter, Nández sempre più vicino

Cosa succede in chiave mercato? È già un caso?

Tra le numerose panchine e il malumore, rischia di scoppiare il caso Esposito-Spal. Il giovane, di proprietà dell’Inter, era approdato a Ferrara con l’obiettivo di giocare. Cosa succederà adesso e cosa deciderà di fare l’Inter? L’ipotesi di un prestito da un’altra parte non sembra molto percorribile. Innanzitutto questo di Gennaio sarà un mercato molto difficile, non saranno molti i trasferimenti tra le società. Ma l’elemento chiave che rende difficile un allontanamento di Sebastiano Esposito da Ferrara è la famiglia. A Ferrara Sebastiano ha ritrovato il fratello Salvatore come compagno di squadra (lui sì titolare ormai inamovibile nello scacchiere spallino), convive con la ragazza e sembra trovarsi molto bene in questa città. Almeno di clamorosi colpi di scena, magari sotto la spinta dell’Inter, il giovane attaccante resterà alla Spal fino al termine della stagione, cercando di conquistarsi, tra campo e allenamenti, la fiducia del tecnico Pasquale Marino.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,