La Juventus ipoteca la qualificazione, basta Kulusevski per superare lo Zenit

Pubblicato il autore: Vincenzo Palumbo Segui

juventus
Zenit San Pietroburgo – Juventus 0 – 1 (86′ Kulusevski)
Stadio Saint Petersburg Stadium
Arbitro Sandro Schaerer (Svizzera)

PRIMO TEMPO – AZIONI SALIENTI
1′ – Alla Gazprom Arena il tetto è chiuso a causa delle condizioni meteo avverse.
15′ – Primo quarto di studio tra le due formazioni. Nessun sussulto, nessun tiro in porta.
18′ – Primo brivido per la Juventus. Bernardeschi scivola e perde palla, Malcom serve Claudinho che con un destro potente mette in difficoltà Szczesny.
30′ – Ammonito Barrios (Z).
40′ – Prima vera occasione per la squadra di Allegri. Cross dalla destra di De Sciglio raccolto da Chiesa che si gira e tira di poco a lato.
44′ – Ancora padroni di casa pericolosi. Corner battuto da Claudinho, stacco di Chistyakov, lasciato solo, palla tra le braccia del portiere bianconero.
SECONDO TEMPO – AZIONI SALIENTI
46′ – Ammonito Kaeavaev (Z).
51′ – Juventus pericolosa in attacco. Filtrante di Morata per McKennie, il centrocampista buca la difesa dallo Zenit ma trova la respinta di Kritsyuk.
53′ – OCCASIONE Zenit! Contropiede dei russi con Malcom che libera Claudinho. Il destro dell’attaccante è deviato da De Ligt sulle gambe di Malcom che calcia fuori.
57′ – Malcom supera De Sciglio e serve Claudinho. La punta dello Zenit batte Szczesny ma la palla termina di poco fuori.
60′ – Ammonito Arthur dopo due minuti dal suo ingresso.
63′ – Arthur Serve Cuadrado in corsa, il colombiano con la punta supera Kritsyuk ma la palla senza potenza viene intercettata da Rakitskiy.
74′ – Cross di De Sciglio, stacco di McKennie e palla fuori di un nulla.
86′ – GOL DI KULUSEVSKI! Bonucci serve De Sciglio, l’ex Milan effettua l’ennesimo cross della sua partita, lo svedese tutto solo in area batte Kritsyuk con un preciso colpo di testa.
90′ – Chiesa servito di tacco da Kulusevski ha la palla per chiudere la partita ma il suo sinistro termina a lato.
94′ – Ammonito Ramsey.
96′ – Dopo sei minuti di recupero l’arbitro fischia la fine del match.

Leggi anche:  Supercoppa Italiana Inter Juventus in chiaro su Canale 5

FORMAZIONI
Zenit San Pietroburgo (4-3-3): Kritsyuk; Lovren, Chistyakov (88′ Krugovoy), Rakitskiy, Douglas Santos; Karavaev (61′ Sutormin), Barrios, Wendel; Malcom (69′ Kuzyaev), Dzyuba (61′ Azmoun), Claudinho (88′ Erokhin). All. Sergey Semak.
Juventus (4-3-3): Szczesny; Alex Sandro (58′ Cuadrado), De Ligt, Bonucci, De Sciglio; McKennie, Locatelli (58′ Arthur), Bentancur (84′ Ramsey); Chiesa, Morata (76′ Kean), Bernardeschi (58′ Kulusevski). All. Massimiliano Allegri.

PRE-PARTITA
Antipasto vincente per la Juventus. Nel match valido per la Youth League, i giovani bianconeri si sono imposti per 2-0 e sono saldamente primi nel girone. Il successo ai danni dello Zenit è arrivato grazie a un gran gol di Mulazzi dopo solo 2 minuti e al raddoppio di Turco.
Le statistiche sorridono alla squadra di Torino, considerando tutte le competizioni europee, la Juventus non ha mai perso negli otto precedenti confronti contro squadre russe (7 vittorie, 1 pareggio). A rovinare la statistica c’è il fatto che l’unico match in cui i bianconeri non hanno vinto è stato proprio quello in casa dello Zenit nel novembre 2008.
Gli unici due precedenti tra le due formazioni risalgono alla fase a gironi della Champions League 2008-09: Juventus vincente per 1-0 a Torino e pareggio per 0-0 in Russia.
Sfida dall’esito incerto anche per i bookmakers che vedono la Juventus favorita con una quota media di 2.40 mentre lo Zenit San Pietroburgo è quotato a 3.0. Sembra difficile il pareggio dato a 3.25.

  •   
  •  
  •  
  •