Jannik Sinner: “Fisicamente tutto ok. Stare sul presente mi ha aiutato”

Pubblicato il autore: Margot Grossi


Jannik Sinner ha superato l’americano Tommy Paul salvando il match point. Quella che sembrava una gara finita, è stata invece ribaltata dal 20enne di San Candido.

Jannik Sinner e il ribaltone su Tommy Paul

Sinner ha parlato ai microfoni di Ubitennis al termine dell’incontro: “Ho cercato di fare il mio gioco, qualche volta ha funzionato, qualche volta un po’ meno. Però è stata una partita difficile, perché con Tommy Paul non ci avevo mai giocato e né mai allenato, era tutto nuovo sia per me che per lui e credo che alla fine sia stata una partita molto difficile ma anche positiva”.

Jannik Sinner ha spiegato il perché, all’inizio del terzo set, ha richiesto l’aiuto del fisioterapista, rassicurando i suoi tifosi: “Fisicamente sto bene. Ho sentito solo una piccola cosa in mezzo al tiebreak del secondo set e volevo solo fare un check con il fisioterapista ed era tutto a posto. Era nell’adduttore a sinistra”. Non è la prima volta quest’anno, che il numero 12 ATP ha salvato e vinto il match Point, bensì la quarta. L’altoatesino ha motivato come ci è riuscito: “Stare più sul presente, perché alla fine il passato non si può mai cambiare. Sicuramente ho avuto più difficoltà a chiudere il primo set quando era più o meno 6-3, in ogni caso c’è sempre più pressione nei punti importanti, nelle palle break, nei set point, match Point, e credo di aver giocato bene quei punti lì”.

Sinner: “Le condizioni non aiutano. Con De Minaur sarà difficile”

In seguito ha commentato la situazione meteorologica con cui ha dovuto fare i conti: “Sicuramente queste condizioni qua sono un pochettino più difficili ma vale per tutti i giocatori. La palla va di più, poi salta, poi oggi il tempo è cambiato, prima c’era il sole e dopo è andato via. C’era anche un po’ di vento che nel campo si sentiva e magari fuori meno, quindi c’erano tante situazioni in cui mi sono dovuto aggiustare. Ora non ho voglia di scegliere dove mi sento meglio giocare, però sicuramente siamo tutti più abituati a giocare sul livello del mare”.

Infine, Sinner si è espresso sul prossimo turno contro l’australiano Alex De Minaur, su cui è in vantaggio: “Con De Minaur ci ho giocato già un paio di volte contro. Sarà una partita difficile. Lui sta giocando bene, ha perso al terzo set a Barcellona contro Carlos Alacaraz avendo match point. Dovrò alzare il livello e vediamo come va”.

  •   
  •  
  •  
  •