Davide Astori, ultimo grande gesto da capitano: tifosi e dirigenza viola di nuovo uniti

Pubblicato il autore: Diletta Barilla Segui

FLORENCE, ITALY - JANUARY 05: Davide Astori of ACF Fiorentina in action during the serie A match between ACF Fiorentina and FC Internazionale at Stadio Artemio Franchi on January 5, 2018 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)
Di Davide Astori, capitano in campo della Fiorentina fino a sabato notte, si è parlato tanto in questi giorni. Di lui come giocatore, della sua presenza sul terreno di gioco a guidare la la difesa e tutta la squadra viola, e come ragazzo. Sono tante le persone che in questi giorni hanno voluto esprimere la propria vicinanza alla sua famiglia, alla squadra e al club. Colleghi, tifosi – con la lettera della Curva Fiesole indirizzata a lui e alla sua bimba – ma anche gli amici, i vicini di “Via delle Terme” che hanno appeso uno striscione vicino a casa di “Asto” e della sua famiglia. E mentre la Fiorentina gli dedica un nuovo video sul suo sito ufficiale, dove scorrono le immagini più belle del capitano con la maglia gigliata e con quella azzurra sulle note di “Terra degli uomini” di Jovanotti, con il messaggio “Grazie per tutto quello che ci hai dato” lui – forse inconsapevolmente – è riuscito a regalare un ultimo grande gesto da capitano: riunire tifosi e società distendendo i rapporti tra le due parti.

Leggi anche:  Champions League, Lazio-Zenit 3-1: Immobile show, ipoteca sugli ottavi

Sì, perché sono tante le iniziative per ricordare il giocatore a partire dalla coreografia che i tifosi hanno in mente di preparare per la partita casalinga di domenica contro il Benevento. Stadio pieno, il ritorno dei Della Valle che saranno al fianco della famiglia di Astori, tutti insieme come un tempo. Con il cuore dei supporter viola – la Curva Fiesole – che con ogni probabilità incontrerà la proprietà per studiare insieme la coreografia migliore per omaggiare il loro capitano. Una festa a cui parteciperà lo stadio in tutti i suoi settori: già pronti palloncini e bandierine con il numero 13, quello del capitano – scelto in onore di Nesta, il suo idolo. Quello che nessun altro giocatore potrà indossare né alla Fiorentina, né al Cagliari dopo la scelta dei due club di ritirarla. Quella resterà la maglia di Davide.

Leggi anche:  Inter-Real Madrid streaming live e diretta tv Sky o Mediaset? Dove vedere il match di Champions League

E allora ecco che Astori fa un ultimo grande regalo alla sua Fiorentina: riunire un ambiente che sembrava ormai spaccato e con poche possibilità di riuscire a rimettere insieme i pezzi. I tifosi viola poi sapranno stringere nel loro abbraccio collettivo la famiglia del capitano così come hanno dimostrato di saper fare già in diverse occasioni. Con l’ex tecnico Cesare Prandelli nel momento della scomparsa della moglie e con la famiglia Borgonovo, ma quelle sono altre storie.

  •   
  •  
  •  
  •