Funerali Davide Astori, il ricordo dei compagni di squadra. Badelj: “Ci hai tenuto uniti. Sei il calcio puro dei bambini”

Pubblicato il autore: Diletta Barilla Segui


La città di Firenze oggi si è fermata per dare l’ultimo saluto a Davide Astori. Davanti alla Basilica di Santa Croce tante persone si sono riunite per dimostrare il proprio supporto e la propria vicinanza ai compagni di squadra, agli amici e alla famiglia del difensore. E mentre nella chiesa si sta celebrando il rito, dagli altoparlanti posti in piazza, si sente la voce di Milan Badelj intervenuto a nome di tutta la Fiorentina per ricordare Davide.
Una lettera che il centrocampista croato fa fatica a leggere non riuscendo a trattenere le lacrime. In quelle poche righe c’è il ricordo di Davide come compagno di squadra: “Ci hai tenuto uniti, pur non sapendo bene le lingue hai parlato con tutti. Hai bacchettato i più giovani ma anche bacchettato i più vecchi. Sei il miglior compagno di squadra che un ragazzo possa sognare di avere quando inizia a praticare questo bellissimo gioco. Tu sei il calcio puro, quello dei bambini“. Ma anche e soprattutto come persona: “Il tuo nome significa amato, diletto. Oggi qui ci sono tante persone a dimostrarti il loro affetto. Sai entrare nelle persone con un semplice sguardo. Tua mamma e tuo papà devono sapere che con te hanno fatto un ottimo lavoro, non hanno sbagliato nulla. Sei il figlio e il fratello che tutti vorrebbero avere se si potesse scegliere. E, se sei così, è perché loro ti hanno trasmesso questi valori“. Infine un pensiero per la famiglia: “Oggi ci stringiamo introno alla tua famiglia, a Francesca e alla principessa Vittoria. Il nostro compito, come di tutti quelli che le saranno vicino, sarà quello di raccontarle chi è il suo papà“. Lo stesso pensiero, anzi la stessa promessa fatta anche qualche giorno fa dai ragazzi della Curva Fiesole.

Leggi anche:  Milan, Ibrahimovic: esami in corso, si teme stiramento

E alla fine della cerimonia tanti applausi per il capitano viola – così come gliene sono stati dedicati tanti nel corso della mattinata e dei giorni scorsi – e per la sua famiglia con la mamma di Davide che ha ringraziato tutti per l’affetto mandato un bacio a tutte le persone presenti in piazza per salutare il numero 13.

  •   
  •  
  •  
  •